Progetto nuovo palazzetto: chieste integrazioni alla società, conferenza dei servizi riaggiornata

BRINDISI – Chieste delle integrazioni tecniche al progetto del nuovo palazzetto da oltre 5mila posti. La conferenza dei servizi riunitasi questa mattina per la realizzazione del nuovo palasport è stata riaggiornata tra due settimane. I tecnici comunali avrebbero chiesto alla società New basket Brindisi, l’unica che ha presentato un’offerta, delle integrazioni e della nuova documentazione. Quindici giorni di tempo per integrare tutte le carte. Una volta che queste saranno arrivate a palazzo di città entro una settimana sarà riconvocata la conferenza dei servizi  per procedere all’approvazione del progetto  preliminare. Successivamente questo dovrà essere approvato in consiglio comunale. L’assise civica sarà infatti chiamata ad esprimersi sulla pubblica utilità dell’opera. Il 14 giugno scorso è stato sottoscritto il protocollo di intesa tra il Comune di Brindisi e la Regione Puglia per la condivisione delle procedure amministrative per la realizzazione di un palaeventi in contrada Masseriola.  Un’opera completamente nuova, che si andrà ad aggiungere al Palapentassuglia. In seguito agli impegni presi l’amministrazione comunale ha pubblicato l’avviso per l’individuazione di un soggetto promotore per la realizzazione e gestione del nuovo impianto indicativamente della capienza di 5000-6000 persone. Alla data del termine ultimo di presentazione delle candidature, solo la New basket Brindisi, proprietaria della squadra di basket cittadina che milita in A1,  in associazione temporanea con Petito Prefabbricati srl e Primiceri spa ha presentato la propria offerta.  Il progetto secondo un accordo raggiunto tra Regione Puglia e amministrazione comunale,  prevede l’intervento dell’agenzia regionale Puglia Sviluppo e del credito sportivo che metteranno a disposizione della società New Basket Brindisi circa il 90% delle risorse necessarie; la metà a fondo perduto e il resto con un mutuo.

BrindisiOggi

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*