Rifiuti dati alle fiamme, circoscritta l’area dei roghi, il sindaco: “Qualcuno brucia rifiuti per mestiere”

BRINDISI- Rifiuti dati alle fiamme e fumi molesti, circoscritta l’area dei roghi, il sindaco Rossi: “ C’è qualcuno che brucia i rifiuti per mestiere”. L’odore acre e fastidioso che ha impestato per diverse sere la città di Brindisi proviene dai cumuli di rifiuti dati alla fiamme . E’ quanto emerge dalle indagini condotte dai carabinieri forestali che nell’ultimo mese sono riusciti con i vigili del fuoco di Brindisi a circoscrivere una zona precisa della città. Se ne è parlato questa mattina nel corso del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica presso la Prefettura di Brindisi. L’analisi fatta è piuttosto preoccupante stando a quanto riferisce il Prefetto Guidato e il sindaco Rossi. “Abbiamo avuto la possibilità di procedere ad una analisi del fenomeno che ha delle ricadute non solo sul piano ambientale ma anche sui risvolti che ci possa essere l’interesse delle criminalità- ha detto il Prefetto-  Siamo arrivati a tracciare una certa mappatura e fare in modo di apprestare le azioni che consentano di contrastare e reprimere e  pianificare i provvedimenti”. In provincia di Brindisi si sono registrati 80 roghi, la metà solo nel territorio di Brindisi. Il sospetto è che ci sia qualcuno che fa business. “Sospettiamo che ci sia qualcuno che per mestiere smaltisce i rifiuti bruciandoli- ha detto il sindaco Rossi- ora con le forze dell’ordine stiamo predisponendo tutto il necessario per prevenire simili azioni e indagare sugli autori”.

BrindisiOggi

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*