Ritardi nei tamponi e problematiche al Perrino, i medici scrivono ad Emiliano e alla Procura

Poseidone articolo

BRINDISI – L’ordine dei medici della provincia di Brindisi e le organizzazioni sindacali della dirigenza medica ospedaliera e dei medici di medicina generale hanno inviato un documento al presidente della Regione Michele Emiliano, e per conoscenza al prefetto Umberto Guidato e alla Procura della Repubblica per denunciare delle gravi situazioni in questo momento di emergenza per il Covid-19. Prima di tutto scrivono i medici denunciao l’intollerabile ritardo nelle effettuazione e refertazione ( sino a 4/5 giorni di attesa dei normali tempi ) dei tamponi Covid-19 che espone pazienti e operatori sanitari ad altissimi rischi, nonché a gravissimi problemi organizzativi assistenziali. Inoltre segnalano la mancanza di aree e percorsi distinti per pazienti sospetti e accertati; l’inadeguata fornitura di dispositivi di protezione; l’inosservanza delle linee di indirizzo regionali che prevede l’isolamento immediato con contumacia dei contatti stretti del caso accertato; la necessità di puntuale comunicazione da parte del Dipartimento di Prevenzione dei casi sospetti e in quarantena  alle strutture ospedaliere e l’impossibilità di dimettere e trasferire i pazienti guariti clinicamente ma non ancora virologicamente negativizzati con possibilità di accogliere nuovi pazienti. In mancanza di immediate risposte i medici dichiarano che intraprenderanno ogni iniziativa a tutela della popolazione e degli operatori sanitari.

BrindisiOggi

ITS LOGISTICA

1 Commento

  1. COVID HA COLTO TUTTI DI SORPRESA. CE LA FAREMO TUTTI UNITI E…..SENZA PIANGERCI TROPPO ADDOSSO. SEGUIAMO LE DIRETTIVE DEL GOVERNO: troppi brindisini in giro. o no?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*