Rocambolesco inseguimento con la polizia, provoca incidente: arrestato

Antonello Maizza

MESAGNE – Rocambolesco inseguimento con la polizia, provoca un incidente: arrestato. In manette è finito Antonello Maizza, già noto alle forze dell’ordine, 43enne di Torre Santa Susanna. L’uomo, dopo le formalità di rito, è stato trasferito presso la sua abitazione al regime degli arresti domiciliari per il reato di resistenza a pubblico ufficiale, ricettazione e lesioni a carico di due persone.

I fatti si sono verificati questa mattina (29 gennaio) a Mesagne. Mentre gli agenti della polizia Giudiziaria erano intenti in un controllo, su via Torre hanno notato un uomo, poi riconosciuto essere Maizza, in una Fiat Panda. Gli hanno intimato di fermarsi, ma il 43enne invece di arrestarsi ha ingranato la marcia giungendo nel centro abitato. E’ nato così un inseguimento tra la Panda e la volante della polizia.

Gli agenti hanno chiamato rinforzi. L’inseguimento è andato avanti fino ad Erchie, quindi per circa 30chilometri e – stando alla ricostruzione degli investigatori – con manovre pericolose e azzardate mettendo in serio pericolo l’incolumità dei cittadini.

Ad un certo punto mentre l’uomo alla guida della Panda cercava di svoltare su via Diaz ad Erchie è andato a sbattere contro un furgone.

Maizza è stato subito bloccato e arrestato mentre per i due malcapitati a bordo del furgone è stato necessario l’intervento del 118. Entrambi hanno riportato 8 giorni di prognosi per trauma cervicale facciale e trauma ad un ginocchio.

Dopo gli accertamenti del caso da parte degli agenti di polizia, la Fiat Panda guidata da Maizza è risultata essere stata rubata ieri (28 gennaio) a Sant’Isidoro, marina di Nardò (Lecce) e riportava anche la centralina sostituita e il nottolino di accensione danneggiato.

I rilievi del sinistro stradale sono stati affidati agli agenti della Municipale di Erchie.

BrindisiOggi

ITS LOGISTICA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*