Stagione crocieristica, per il prossimo anno 58 gli approdi, ecco il calendario

Poseidone articolo

BRINDISI- Si chiude la stagione crocieristica con un trend positivo, i numeri confermano a Brindisi la presenza di migliaia di turisti e per il prossimo anno si raddoppia. L’Autorità di Sistema ha già elaborato il nuovo calendario per la stagione crocieristica 2020, per il prossimo anno gli approdi saranno circa 58 , in pratica quasi il doppio rispetto a quelli di quest’anno. La stagione 2019 si è appena conclusa con l’arrivo della nave Costa Vittoria  che ha fatto scalo nel porto brindisino lunedì scorso portando 1200 passeggeri , ma all’appello mancano ancora due scali fuori stagione, ossia la nave Marella Celebration che arriverà a Brindisi il prossimo 22 ottobre e la Princedame, il cui arrivo è previsto il prossimo 4 dicembre. In questi mesi ci sono stati 38 approdi, la stagione crocieristica 2019 era  iniziata lo scorso primo maggio con l’arrivo della nave Azamara Pursuit. In sei mesi sono transitati 69.678. Da Brindisi si sono imbarcati ben 7.499 passeggeri, mentre quelli sbarcati sono stati 6.922, a questi si aggiunge la presenza degli equipaggi,  circa 27mila persone. Il trend positivo si prevede anche per il prossimo anno, lo ha annunciato lo stesso presidente dell’Autorità di Sistema. Il calendario con i nuovi approdi conferma l’interesse verso il territorio che evidentemente ha dimostrato di sapersi promuovere.  La nuova stagione crocieristica partirà il 20 aprile 2020 con la MSC Musica e si chiuderà il 27 ottobre 2020 con la nave Marella TBN. Nel porto di Brindisi transiteranno oltre la MSC Musica e la Marella TBN anche l’Aidamira, la Seabourn Odyssey, la Berlin, la Silver Shadow e la Club Med 2. A queste si aggiungono 25 approdi della MSC Orchestra che transiterà nel nostro porto dal 17 maggio al primo novembre 2020. Ora, viste le enormi potenzialità del territorio, si spera che oltre al sistema dell’accoglienza , già rodato, dell’Autorità di Sistema e del Comune di Brindisi, si facciano avanti anche i privati. “Le attività noi cerchiamo di arricchirle, molto dipende anche dallo svilupparsi dell’imprenditoria privata , il nostro compito è quello di mettere a disposizione i monumenti, cercare di rendere accogliente la città dopo di chè si devono sviluppare tutta una serie di servizi privati, nel senso che sono loro , i privati che devono proporre pacchetti- dice il sindaco Riccardo Rossi-  Abbiamo una città dalle grandi potenzialità, io spero che nascano iniziative private che possano trarre beneficio da quello che si è costruito con l’autorità portuale, con quello che mette a disposizione la città”.

BrindisiOggi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*