Torna in Eccellenza il Mesagne, grande festa al Guarini

Poseidone articolo

MESAGNE – Torna in Eccellenza il Mesagne, grande festa al Guarini.

Il Mesagne calcio ritorna in Eccellenza. A decretarne il tanto agognato ritorno, l’ultima partita svolta oggi presso il campo “Alberto Guarini” in contrada Tagliata nella città messapica.

Il Mesagne ospitava il Fasano: l’ultima possibilità di poter salire di categoria. Fischio d’inizio alle 16. 30 in un blindatissimo stadio. Sei le pattuglie dei Carabinieri che hanno presidiato la partita, potenzialmente ad alto rischio. Invece, le tifoserie hanno dato prova di grande serietà e rispetto, senza provocare alcun tipo di incidente.

Dopo il fischio d’inizio, il Mesagne perde 0-1: il Fasano sembra voler chiudere subito la pratica Eccellenza. Il Mesagne non demorde, tant’è che il pareggio arriva dal dischetto pochi minuti prima della fine del primo tempo. Negli spogliatoi per l’ultima volta in questo campionato, il Mesagne raccoglie le forze per lo sprint finale.

Il gol del vantaggio e della vittoria arriva con Fabio Disantantonio, su un contropiede come quello che ha concesso la vittoria della Champions League al Barcellona contro la Juventus.

Al triplice fischio dell’arbitro, esultanza e festeggiamenti in campo e sugli spalti, come da copione. Il Mesagne tornava in campo dopo un mese. Dopo un anno in cui i ragazzi di mister Ribezzi hanno lottato per restare nei vertici della classifica, rimasti al secondo posto staccati di un solo punto dall’Otranto, vincitore del campionato. Ecco che oggi è arrivata la sfida contro il Fasano, che in precedenza aveva affrontato l’Avetrana.

Nel match odierno, il Mesagne era favorito perché giocava su terreno casalingo, forte anche della potenziale promozione in eccellenza grazie ad un solo pareggio.

Dal canto suo, la città si era preparata per accogliere, dagli spalti, al meglio la squadra gialloblu. Il passaparola e le iniziative promosse dalla società hanno fatto sì che la struttura sportiva fosse strapiena. Qualche timore sulla struttura si era paventato alla vigilia: paura di infiltrazioni di tifoserie avverse, capacità posti limitata. I tifosi del Fasano previsti per oggi era intorno alle 500 unità, sebbene ne fossero stati previsti solo 350 tra paganti e non (le donne allo stadio non pagano).

Agnese Poci

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*