Traffico in tilt in entrata e uscita dalla città, autoambulanza intrappolata tra le auto

BRINDISI- Traffico in tilt sulla statale 379 , la statale 613 e persino la statale 7 in entrata e in uscita da Brindisi. Da alcuni giorni file chilometriche di auto e mezzi pesanti strozzano il traffico in prossimità del cosiddetto incorcio della morte. Stamattina , così come accade da qualche tempo, circolare era a dir poco impossibile, persino un’autoambulanza, con le sirene accese, è rimasta intrappolata diversi minuti prima di riuscire a passare e proseguire la sua corsa.

Il motivo di così tanto disagio è lo svolgimento di alcuni lavori sulla carreggiata della statale che collega Brindisi a Lecce e a Bari. L’ingresso per la rampa che porta sulla statale 613 è bloccato dalla presenza di due new jersey di plastica dove stamane più di qualche vettura ha rischiato di schiantarcisi sopra. Nessuna segnaletica verticale annuncia, infatti, l’interruzione della strada o i lavori in corso e neppure sono state disposte pattuglie della polizia locale per veicolare il traffico. Tante le lamentele da parte degli utenti che senza saper nulla si sono ritrovati imbottigliati nel traffico. Studenti e lavoratori pendolari che nulla hanno potuto fare per uscire dalla micidiale trappola. Tuttavia dal Comune dicono che la segnaltica in questi casi deve essere disposta dalla stessa ditta che svolge i lavori e che la polizia locale non è tenuta ad intervenire. Ma la ditta esecutrice dei lavori non pare abbia disposto alcun cartello e operaia addetti al traffico questo a grave danno dei cittadini.

BrindisiOggi

3 Commenti

  1. La polizia municipale serve anche x aiutare a fare fluire il traffico nn servono solo a fare contravvenzioni.e quand’anche così nn fosse una mano di GRAZIA vista la situazione si poteva anche dare…e un’altra cosa l’ANAS HA L’OBBLIGO DI INFORMARE LE AUTORITÀ COMPETENTI IN CASI COMPLICATI COME QUESTI IN MODO DA ORGANIZZARSI !!!

  2. Ho impiegato 25 secondi, complice anche il favore dei due semafori, a percorrere il complanare Est che dallo svincolo nei pressi della stzione di servizio Agip porta alla rotatoria di via Appia. Non era presente nessun altro mezzo che lo abbia usato per bay-passare la circonvallazione interessata dai lavori. Le indicazioni della deviaziazione erano quasi invisibili: un semplice segnale giallo di piccolissime dimensioni era posto sullo svincolo, mentre 20 mt prima un altro segnale più grande lo indicava come svincolo utile per entrare a Brindisi, quindi evitato dai veicoli e mezzi pesanti diretti a Bari o a Taranto. Infufficienza.

  3. La storia ormai si protrae da oltre un mese,non riesco proprio a capire perché sia così complicato e laborioso riasfaltare proprio questo tratto di strada in concomitanza con la città, tutta l’estate hanno “macinato km di superstrada” rapidamente ,lavorando sulla stessa corsia contemporañeamente e senza incanalare il traffico tutto su di un lato, ho notato che spesso gli addetti ai lavori, nn lavorano,tutto ciò e5 assurdo e come al solito, nessuno paga per questi disagi, soltanto l’utenza.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*