Truffa all’INPS, denunciate 268 persone

BRINDISI-   268 persone, tutte di Brindisi, finiscono nei guai per aver  percepito indebitamente la pensione di accompagnamento.  La Guardia di Finanza di Brindisi ha accertato a seguito di indagini che 268 persone, beneficiari di indennità di accompagnamento, negli anni 2009, 2010 e 2011, erano state ricoverate presso strutture ospedaliere pubbliche e private per un periodo superiore ai trenta giorni, con retta a totale carico del servizio sanitario nazionale, senza comunicare nulla all’INPS. La legge invece  prevede che durante i periodi di lunga degenza, nelle strutture ospedaliere, l’indennità venga sospesa. Così non è stato, neppure per altre 184 persone che nel frattempo in questi anni sono decedute. Ora i militari delle Fiamme Gialle hanno provveduto a denunciare, per truffa ai danni dell’INPS e falso ideologico commesso da privato in atto pubblico, tutte e 268 le persone coinvolte che, nel triennio contestato, hanno percepito illecitamente somme per l’ammontare di 436mila euro.  

BrindisiOggi 

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*