Ultras della Virtus aggrediti dopo il match a Monopoli: due finiscono in ospedale

FRANCAVILLA FONTANA – Ultras della Virtus Francavilla Calcio aggrediti dopo il match di Coppa Italia di ieri sera (30 ottobre) a Monopoli. L’agguato è avvenuto alle porte di Ostuni mentre i tifosi francavillesi stavano rientrando in città. E’ stato rubato anche lo striscione storico del gruppo. Due ultras sono finiti in ospedale. Sul caso indagano gli agenti di polizia del commissariato della Città Bianca insieme ai colleghi della Digos di Brindisi.

Gli ultras della Virtus sono stati accerchiati da un gruppo di persone, alcuni di loro erano anche incappucciati, e sarebbero stati aggrediti con mazze e spranghe. In auto è stato gettato anche un fumogeno. Infatti, uno dei feriti ha ustioni sulla mano.

Un agguato in piena regola quello avvenuto martedì sera ai danni dei tifosi della Virtus Francavilla Calcio. Dal racconto fornito alla polizia, gli aggressori avrebbero simulato un posto di blocco. Quando i tifosi francavillesi si sono fermati sono stati aggrediti e sarebbe anche sopraggiunta un’auto con una decina di persone che avrebbero preso parte all’aggressione. Mentre in auto dei francavillesi c’erano quattro tifosi. Lo striscione storico è stato rubato e quindi adesso il gruppo, per una regola degli ultras, dovrà essere sciolto.

Sull’accaduto stanno indagando i poliziotti di Ostuni insieme ai colleghi della Digos di Brindisi. In queste ore le vittime sono state ascoltate dagli investigatori e si sta cercando di ricostruire la vicenda.

BrindisiOggi

 

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*