Ventuno tappe in barca a vela per l’autismo, oggi sarà presentata la tratta Brindisi- Polignano a mare

BRINDISI – Sensibilizzare e diffondere la giusta cultura sull’Autismo attraverso il mare e la vela. Una staffetta di 21 tappe per dimostrare che l’autismo unisce ragazzi, città, passioni, esperienze di vita. vela.  La “Pole Pole” ideata e realizzata da Andrea Contini e Laura Cerri, attraccherà nel pomeriggio di oggi, presso la Lega Navale di Brindisi, grazie alla disponibilità del Presidente Roberto Galasso. La tratta Brindisi Polignano a Mare vedrà come protagonista il giovane Grottagliese D.S. L’obiettivo consiste nell’utilizzare la barca a vela e il mare, come spazio fisico e mentale aggiuntivo ai luoghi specializzati di cura e trattamento della disabilità, nel quale favorire la possibilità di essere sé stessi in un ambiente accogliente, stimolante, ludico e ricreativo. La barca utilizzata dai ragazzi con Autismo e dai loro Educatori/Accompagnatori, per svolgere brevi soggiorni finalizzati alla conoscenza della barca e dei suoi spazi interni ed esterni; la barca è uno spazio ristretto, quindi accogliente e contenitivo, galleggiante, che con il suo lieve dondolio favorisce rilassatezza e benessere psicofisico. Le attività a bordo permetteranno di: ridurre eventuali comportamenti stereotipati e ripetitivi e di fare acquisire con naturalezza competenze psicomotorie (coordinare i movimenti, rimanere in equilibrio sulla barca); sviluppare cooperazione ed empatia utili allo spirito di gruppo e alla funzione dell’equipaggio; superare le difficoltà attraverso l’impegno nelle attività pratiche durante la navigazione e di rinforzare l’autostima personale con le manovre al timone. Alle 18,30 di oggi 1 giugno si terrà una conferenza stampa alla Lega navale di Brindisi.

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*