Vitali, D’Attis, Santoro: “Nessun ribaltone, voto per emergenza, ma poi elezioni anticipate”

BRINDISI– “Nessun ribaltone né sostegno al centrosinistra”, lo afferma il coordinatore del Pdl Luigi Vitali, dopo un’intervista rilasciata all’emittente televisiva Puglia Tv. Una precisazione per Vitali doverosa. “Una mia intervista rilasciata all’emittente brindisina Puglia Tv è stata da alcuni mezzi di informazione interpretata come la disponibilità del PDL di sostenere il sindaco Consales in caso di rottura della sua maggioranza con i centristi dell’Udc e di Noi Centro- spiega il coordinatore azzurro- Il mio partito non sarebbe stato assolutamente disponibile a realizzare le condizioni per un ribaltone. Nello stesso tempo a condizione che il sindaco di Brindisi avesse dichiarato il fallimento del cosiddetto laboratorio politico il PDL per senso di responsabilità eviterebbe un lungo anno di commissariamento alla città di Brindisi e sarebbe disponibile, previa intesa sulle cose inderogabili da realizzare, di arrivare in maniera concordata ad elezioni anticipate”.

A supporto di queste precisazioni anche il capogruppo del Pdl in Consiglio comunale Mauro D’Attis. “Le parole di Vitali sono state interpretate in maniera forzata- afferma D’Attis– Non ci sarà alcun ribaltone, aspettiamo che la maggioranza relazioni in Consiglio in merito a questa crisi. E se irreparabile, possiamo sostenere dei provvedimenti d’urgenza dando il nostro voto, ma poi bisogna andare subito ad elezioni”.

Rincara la dose il coordinatore cittadino Pietro Santoro. “La nostra posizione e resta fedele all’impegno assunto con i nostri elettori- sostiene Santoro– Tuttavia ci rendiamo conto che vi sono importanti problemi da affrontare a breve scadenza e che l’assenza del governo cittadino potrebbe gravare in modo irreparabile su talune vicende. Non saremo mai la stampella del centrosinistra e la soluzione migliore, a nostro avviso, è andare al più presto alle urne elettorali ma, limitatamente ad alcuni grandi problemi della città, siamo disposti, nel frattempo e comunque per un breve periodo, ad appoggiare, mediante un’opposizione costruttiva, l’azione dell’Amministrazione comunale”.

Lu.Po.

3 Commenti

  1. Ribaltone o non ribaltone, Brindisi è una città che può essere amministrata solo da Commissari Straordinari. Questi si sono rivelati negli ultimi 30 anni più efficaci di amministratori litigiosi, mediocri, pronti al continuo cambio di casacca.

  2. L’ASSOCIAZIONE ASSOSALUTE COMUNICA CHE IL PROPRIO PRESIDENTE, IL DOTT. MASSIMO ABATE DI BRINDISI CITTA’, E’ CANDIDATO AL SENATO CON LA LISTA “CON MONTI PER L’ITALIA”. TALE LISTA E’ SOSTENUTA ALTRESI’ DALL’UDC DI CASINI E DAL FLI DI FINI. VI SEGNALIAMO LA NECESSITA’ DI CONCENTRARE IL VS VOTO SUI CANDIDATI DI BRINDISI AL FINE DI TUTELARE AL MEGLIO GLI INTERESSI DELLA PROVINCIA DI BRINDISI. CORDIALMENTE

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*