Xylella, il commissario “Presto inizieranno le eradicazioni”. Stamattina incontro a Bari

Poseidone articolo

BARI –Xylella, il commissario “Presto inizieranno le eradicazioni”. Stamattina incontro a Bari

“Le eradicazioni inizieranno quanto prima”. Sono state queste le parole pronunciate da Giuseppe Silletti, il commissario per l’emergenza Xylella, dopo l’incontro che si è svolto questa mattina a Bari per discutere le modalità operative del piano di contrasto del contagio del batterio killer degli ulivi. Un momento importante anche alla luce del decreto del Tar che solo venerdì scorso ha sospeso gli abbattimenti a Oria, risultato il primo comune dell’area del Brindisino ad esserne interessato.

Nell’incontro di stamattina, si sono seduti allo stesso tavolo il commissario Silletti, l’assessore regionale alle Politiche agricole Fabrizio Nardoni e i tecnici della Regione per capire quali passi intraprendere nella lotta al batterio.

“L’Unione europea – ha proseguito Silletti – è convinta della necessità di eradicare e certamente emanerà ulteriori provvedimenti ancora più restrittivi di quelli predisposti dal commissario. Dal 2014 – ha spiegato – sono state estirpate per volontà dei cittadini circa 18.000 piante. Noi a queste cifre non arriveremo mai, ne sono convinto”.

Di certo, gli ulivi già segnati con la x rossa (e ritenuti infestati dagli agenti della Forestale senza accertare in laboratorio la presenza del batterio) nei campi di proprietà dei fratelli Giovanni e Guido Pesce, tra Oria e Carosino, per il momento non verranno estirpati: il Tar, infatti, venerdì ha accolto l’istanza dei fratelli avvocati e ha sospeso l’azione di eradicazione prevista inizialmente per oggi.

Durante l’incontro, non si è esclusa la possibilità di “rispondere” al provvedimento emesso dal Tar leccese, che tornerà a valutare il piano Silletti e gli atti correlati il 9 aprile, per esprimersi poi con un eventuale provvedimento cautelare.

Agnese Poci

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*