Assembramenti e tavolini troppo vicini: chiusi due locali ad Ostuni

OSTUNI – Non rispettavo le regole anti covid chiusi per cinque giorni un locale bar ad Ostuni e una struttura ricettiva a Villanova. Questi i provvedimenti assunti dalla polizia di Brindisi durante i controlli in collaborazione con la Asl- ’

Il personale della Polizia Amministrativa del Commissariato di Ostuni, con la Divisione P.A.S. della Questura, nel fine settimana di Ferragosto, ha proceduto al controllo di diversi plessi nel comprensorio della “città bianca” e di Cisternino, procedendo alla notifica del provvedimento di chiusura per giorni 5 di un noto locale-bar  nel centro dell’abitato. Nell’occasione, i poliziotti hanno riscontrato che nel plesso in questione si era creato un notevole assembramento di persone e che il gestore non rispettava le linee guida sulla ristorazione ( assenza di distanziamento tra i tavolini, ingresso consentito ad un numero indiscriminato di persone, senza la previsione di un servizio dedicato di prenotazione).

Inoltre, si procedeva, alla sanzione nei confronti del titolare di altra struttura ricreativa sul litorale di Villanova, per le medesime violazioni.

Multa anche a carico dell’organizzazione di un evento svoltosi a Cisternino, nel corso del quale la presenza degli ospiti della serata non rispettava assolutamente il previsto distanziamento né all’ingresso, né al privè interno.

Nei giorni a cavallo del ferragosto, sono stati sottoposti ad attività di controllo 29 locali ricreativi e di ristorazione.

L’attività della Questura, volta al rispetto delle normative governative e regionali, così come decretate negli scorsi giorni, proseguirà a ritmo serrato, allo scopo di frenare l’escalation del mancato rispetto delle norme sul distanziamento tra persone sull’intero territorio provinciale.

Cinque per mille AIL
Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*