Bagnino non si fa trovare nella sua postazione, aggredisce un militare: arrestato

Antonio Di Domenico

VILLANOVA – Un bagnino di 23anni è stato arrestato dai poliziotti del commissariato di Ostuni per lesioni personali aggravate ai danni di un pubblico ufficiale. Si tratta di Antonio Di Domenico di Carovigno. Il ragazzo – stando alle indagini – quando si è visto recapitare il verbale per non essere nella sua postazione di bagnino si sarebbe scagliato contro uno dei militari della Guardia costiera sferrandogli anche dei pugni sul viso e sulla schiena. Dopo le formalità di rito, Di Domenico, è stato trasferito nella sua abitazione agli arresti domiciliari. Il militare, dopo le cure del caso, ha riportato una prognosi guaribile in 6 giorni salvo complicazioni.

I fatti. L’episodio si è verificato qualche giorno fa in un lido a Villanova di Ostuni. I militari della Guardia costiera hanno riscontrato l’assenza del bagnino poi indentificato in Di Domenico. La presenza del bagnino in un lido è fonte di sicurezza dei bagnanti anche e soprattutto in giornate con mare particolarmente agitato come quelle in cui è avvenuta la verifica e può comportare anche la chiusura della struttura balneare.

Per queste ragioni la violazione riscontrata con l’assenza del bagnino ha indotto gli uomini della Capitaneria di porto a effettuare al ragazzo una contravvenzione. Quando il 23enne si è visto recapitare il verbale avrebbe inveito contro di loro strappando anche la multa.

Ma la situazione sarebbe degenerata pochi minuti dopo quando Di Domenico si sarebbe scagliato contro uno dei militari dicendogli – secondo gli investigatori – “togliti la divisa che ti lascio a terra”, dandogli anche una spinta sul petto e sferrandogli un calcio alla gamba e tre pugni al viso e sulla schiena.

A quel punto sono intervenuti i colleghi del malcapitato mettendolo in salvo. Il militare è stato poi accompagnato in ospedale e ha riportato ferite guaribili in sei giorni.

Dell’accaduto è stato informato il pm di turno presso la Procura della Repubblica di Brindisi, Francesco Carluccio, che ha subito disposto l’arresto domiciliare per il 25enne.

Intanto i servizi di controllo del territorio da parte della polizia di Stato e della Capitaneria di porto di Brindii continueranno anche nei prossimi giorni proprio nell’ottica del perseguimento della sicurezza generale e onde garantire il regolare svolgimento delle attività economiche nel rispetto delle leggi di riferimento ed in una cornice di collaborazione da parte della cittadinanza che si auspica possa essere sempre più consistente e tangibile.

(Foto di copertina di repertorio)

Mar.De.Mi.

Cinque per mille AIL
Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*