Calci e pugni ai tecnici dell’Enel, due in manette

MESAGNE– Due tecnici dell’Enel aggrediti a calci e pugni per aver staccato la corrente elettrica 20 giorni prima ad una famiglia che aveva avuto problemi con la società elettrica. E’ successo ieri a Mesagne i due operai erano tornati a casa di questa famiglia per riallacciare il contatore e ripristinare l’erogazione della corrente elettrica quando sono stati avvicinati da due uomini , Tiziano Semeraro, 39 anni e Roberto Semeraro, 22 anni, entrambi di Mesagne. I due, parenti dell’inquilino in questione, hanno subito aggredito verbalmente i due operai, poi hanno sottratto il cellulare alle vittime, in modo che non potessero chiedere aiuto, dopo di chè sono passati alle mani. Calci e pugni al punto tale da procurare ferite e lesioni guaribili in 15 giorni. I due operai, infatti, sono dovuti ricorrere alle cure dei medici. Nel frattempo i carabinieri della locale stazione hanno rintracciato gli aggressori e li hanno tratti in arresto con l’accusa di violenza privata e lesioni personali. I due Semeraro sono stati sottoposti al regime degli arresti domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria.  

BrindisiOggi

 

Clicca sulla foto per scorrere le immagini

[slideshow id=8 w=458 h=460]

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*