Cocaina e materiale esplodente, padre e figlio in carcere

OSTUNI- Cocaina e materiale esplodente, padre e figlio in carcere. Nei giorni scorsi, i finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Brindisi, all’esito di mirati servizi di controllo del territorio, intensificati anche in occasione di questo fine anno, hanno eseguito una perquisizione domiciliare, unitamente alle unità cinofile del Corpo, presso le abitazioni contigue di due pregiudicati di Ostuni (padre e figlio).

L’attività ha permesso di rinvenire nell’abitazione di uno dei soggetti, 13 grammi di cocaina confezionata in dosi ed un bilancino di precisione; all’interno del bagaglio dell’autovettura in uso all’altro indagato, 2 pericolosi manufatti esplosivi del peso complessivo di oltre 1 chilogrammo.

I due responsabili sono stati tratti in arresto ed associati presso la Casa Circondariale di Brindisi, mentre l’esplosivo è stato fatto brillare, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dal Nucleo Artificieri e Antisabotaggio della Questura di Brindisi, in una cava in San Vito dei Normanni.

BrindisiOggi

 

 

Cinque per mille AIL
Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*