Il Comune di Brindisi al corteo di Foggia per i migranti, De Vito: “Vicinanza per vittime uccise da indifferenza”

BRINDISI – A Foggia, durante “la marcia dei berretti rossi” organizzata dai sindacati per ricordare le 16 vittime dei due incidenti stradali, c’era anche la delegazione del Comune di Brindisi. La vice sindaco, Rita De Vito ha commentato su fb: “Una bella pagina di civiltà: l’Amministrazione comunale di Brindisi, accanto alla città di Foggia e alla Regione Puglia testimonia con la sua presenza vicinanza e solidarietà per i “16 morti uccisi” dall’indifferenza, dalle collusioni, dallo sfruttamento della disperazione”.

In migliaia ieri (8 agosto) hanno sfilato per le strade di Foggia per dire basta al caporalato. Tutti vogliono sentirsi “liberi” di lavorare nei campi. Al corteo, organizzato da Cgil, Cisl e Uil con l’adesione di Arci, Libera e numerose altre associazioni, hanno sfilato anche le delegazioni di Brindisi, Lecce e Taranto per ricordare le 16 vittime.

“In un coro unanime di Enti e associazioni, della società civile, la voce si erge a rivendicare il diritto di vivere con dignità. Ed ora vogliono “svuotare i ghetti, costruire le foresterie, schierare un plotone di Ispettori del lavoro, applicare la Legge166 troppo spudoratamente disattesa per interessi di parte…ma intanto 16 giovani sopravvissuti al Mare Nostrum ora giacciono cadaveri, vittime del regresso civile e della barbarie umana” continua De Vito.

Due incidenti stradali che hanno distrutto i sogni e la vita di 16 migranti nei campi di pomodoro. La seconda manifestazione, che si è svolta ieri nel capoluogo dauno contro lo sfruttamento nei campi e per i diritti dei braccianti, è partita dala stazione centrale di Foggia e ha raggiunto piazza Cesare Battisti.

Foto da facebook

BrindisiOggi

Cinque per mille AIL
Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*