“Siamo d’accordo con voi”, i giovani di Proiezione futuro invitano “i ragazzi del manifesto per Brindisi”

BRINDISI- “Plaudiamo la volontà di 150 ragazzi, firmatari di un documento che testimonia con forza la volontà dei giovani brindisini a partecipare attivamente alla costruzione del proprio futuro e di quello della nostra città. Noi del coordinamento giovanile del movimento Proiezione Futuro abbiamo deciso di garantire continuità a quanto dichiarato ed invitiamo pubblicamente presso la nostra sede, al Vicolo Lungo, 12-14 (retrostante al Bar Vertigo) i promotori dell’interessante manifesto, per confrontarci sul tema dell’imprenditoria giovanile”.

Sono diversi i movimenti giovanili della città che hanno accolto positivamente il manifesto dei 150 ragazzi in favore di Brindisi.

“Ritengo che questi interventi siano indispensabili per la nostra collettività, che ha bisogno di tutto il coraggio dei suoi giovani per garantire alla nostra Terra un nuovo sviluppo- afferma Andrea Mecca, coordinatore giovanile Proiezione Futuro – Diversi ragazzi, negli ultimi anni, hanno scelto di trasferirsi in capoluoghi indubbiamente più accattivanti, alla ricerca di un lavoro e di un futuro stabile. Ritrovandosi, inseguito in condizioni simili, se non peggiori in termini di qualità della vita, e tornare ancora una volta in quella che rimane la nostra bellissima città, Brindisi. Bisogna però sottolineare come, le contingenze lavorative siano spesso sfavorevoli allo sviluppo e alla crescita del territorio, e soprattutto per chi si affaccia per la prima volta nel mondo del lavoro dipendente.”

I giovani di Proiezione futuro auspicano che  qualunque siano le risultanze elettorali, sia univocamente riconosciuta la necessità di garantire e sostenere i giovani. “Per cambiare lo status quo, servono progetti concreti ed in particolare bisogna promuovere un cambiamento di mentalità- conclude Mecca – preparando le nuove generazioni a divenire imprenditori di sé stessi, in qualsiasi professione”.

BrindisiOggi

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*