Emissioni ex Ilva, il sindaco firma l’ordinanza: “Risolvere il problema in 30 giorni o fermo gli impianti”

TARANTO –  Da agosto sforamenti di emissioni nell’aria dal siderurgico di Taranto. Il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci questa mattina ha firmato un’ordinanza con la quale ordina ad ArcelorMittal e ad Ilva in Amministrazione straordinaria di individuare gli impianti interessati dalle emissioni “eliminando gli eventuali elementi di criticità e le relative anomalie entro 30 giorni”.  Qualora “siano state individuate le sezioni di impianto oggetto di anomalie” e “non siano state risolte le criticità riscontrate”, ordina “di avviare e portare a completamento le procedure di sospensione/fermata delle attività”. Nel caso non si risolvano le criticità nei tempi indicati, il sindaco Rinaldo Melucci ordina agli enti per propria competenza e responsabilità, “di avviare e portare a completamento, nei tempi tecnici strettamente necessari a garantirne la sicurezza, e comunque non oltre 60 giorni dal presente provvedimento, le procedure di fermata degli impianti Altiforni, Cokerie, Agglomerazione, Acciaierie”.

Cinque per mille AIL
Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*