Erasmus Sharing European Treasure, gli studenti del Comprensivo Sant’Elia-Commenda volano in Francia

BRINDISI- Nuova mobilità per gli studenti della Scuola Secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo Sant’Elia-Commenda all’interno del progetto Erasmus Sharing European Treasure.

Dopo Polonia e Spagna, voleranno in Francia, destinazione Baraqueville comune nella regione dell’Occitania.

I ragazzi in partenza domenica 15 maggio sono stati scelti tra gli alunni delle classi prime della Scuola Secondaria. Ad attenderli i coetanei francesi della Ensemble Scolaire Notre Dame che ospiteranno anche le delegazioni studentesche degli altri Paesi coinvolti: Turchia, Polonia, Romania e Spagna.

Nella cerimonia di apertura gli alunni francesi presenteranno alcune celebrità nazionali: attori, musicisti, sportivi, artisti, vincitori di premi Nobel o di premi Oscar, nomi che appartengono al patrimonio culturale della nazione. Seguiranno uno spettacolo teatrale e poi performance sportive e di danza folcloristica che coinvolgeranno tutti i partecipanti. Non mancheranno nella festa di benvenuto i piatti tipici della tradizione.

Un importante momento sarà la National heritage building exhibition: ogni scuola condividerà alcune “cartoline” (scatti fotografici o disegni) dei monumenti più rappresentativi delle città di appartenenza che ne raccontano la storia, la cultura, i valori.

Il programma prevede poi cinque intense giornate alla scoperta dei tesori della regione francese.

Il Viadotto di Millau, un ponte strallato che attraversa la valle del Tarn ed è il più alto d’Europa con i suoi 341 metri; l’Aubrac, a oltre 1000 metri di altezza, luogo ideale in cui riposare e ritemprarsi, un vasto altopiano di granito e basalto che vanta splendidi paesaggi con praterie d’alta quota, lande, fiumi e laghi. Le grandi distese selvagge, punteggiate di tipici rustici in pietra con i tetti in pietra rosa, in cui una volta trovavano rifugio i pastori e dove i nostri ragazzi faranno un suggestivo picnic. E ancora il villaggio di Nasbinals, sul cammino di Santiago di Compostela, con la sua magnifica chiesa romanica, il lago di Saint-Andéol e quello di Souverols, entrambi di origine glaciale, la cascata di Le Déroc, alta 32 metri e il  Canyon di Bozouls, anfiteatro naturale scavato nelle alte falesie che, secondo la leggenda, è stato scavato da Lucifero.

Altre due tappe previste sono Albi, “città rossa” con i suoi edifici in mattoni e pietra, iscritta nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO con il gioiello del gotico meridionale, la cattedrale di Sainte-Cécile, la più grande cattedrale in mattoni del mondo, ma anche la più grande cattedrale dipinta d’Europa e infine la città di Tolosa.

Un’opportunità unica per gli alunni del Comprensivo, un’esperienza che non dimenticheranno mai. Continua per loro il viaggio alla scoperta dei tesori di un’Europa in cui speriamo si possa avvertire presto un clima più disteso, ricordando sempre che le diversità culturali sono una grande ricchezza e il loro rispetto è essenziale per rafforzare il dialogo interculturale, lo sviluppo sostenibile e, appunto, la pace.

Le bellezze condivise diventano ancora più preziose così come le emozioni che proveranno tutti i giovani protagonisti di questa avventura.

BrindisiOggi

 

Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*