Furto di un gommone nel porto di Villanova, 46enne incastrato dalle telecamere

SONY DSC

OSTUNI – Sarebbe stato fermato per il furto di un gommone avvenuto a ottobre, i carabinieri della Compagnia di Fasano hanno arrestato Giorgio Pugliese, 46enne di Alberobello.

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, sarebbe, secondo gli inquirenti, ritenuto responsabile di furto aggravato in PUGLIESE Giorgioconcorso e installazione di apparecchiature atte ad intercettare o impedire comunicazioni o conversazioni telegrafiche o telefoniche.

L’arresto, avvenuto questa mattina (21 gennaio), è avvenuto dopo lunghe indagini, condotte dai carabinieri di Fasano, guidati dal tenente Pierpaolo Pinnelli. Pugliese sarebbe stato individuato come esecutore materiale del furto di un gommone di 7 metri con 2 motori fuoribordo da 200 cavalli, avvenuto nel porto di Villanova nottetempo.

Durante le indagini, i militari avrebbero accertato anche la presenza, insieme a Pugliese nella sua vettura, di altri complici, con i quali sarebbe riuscito anche a caricare il gommone su un

SONY DSC

carrello, trasportandolo in un luogo dapprima sconosciuto. Dalle ricostruzioni dei militari, l’uomo avrebbe poi portato il natante nel porto di Savelletri di Fasano.

Dopo un’articolata attività investigativa con appostamenti, pedinamenti e sorveglianza video, si è passati all’arresto e alle perquisizioni nell’abitazione del 46enne, che hanno fatto rinvenire 3 radio ricetrasmittenti portatili e 3 scanner portatili, sintonizzate sulle frequenze radio dei carabinieri di Fasano e Monopoli. Tutti i ritrovamenti sono stati sequestrati.

L’arresto è avvenuto come esecuzione dell’ordinanza cautelare agli arresti domiciliari emessa dalla gip di Brindisi Verderosa su richiesta del pm Casto.

Dopo le formalità di rito, Pugliese è stato condotto agli arresti domiciliari.

BrindisiOggi

ITS LOGISTICA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*