Giornata contro la violenza sulle donne, UIL propone uno sportello di ascolto

INTERVENTO/ Aggressioni, angherie e minacce fino alla violenza fisica ed all’omicidio. Sono tristemente molte e diverse le modalità con le quali la violenza di genere prende forma. Le cronache ce lo raccontano ed il nostro territorio di Brindisi non è esente da episodi, anche pesanti. Fra tutti ci sia concesso ricordare Giuseppina, la lavoratrice che solo alcune settimane addietro ha perso la vita a Villa Castelli proprio mentre si recava sul posto di lavoro. Ai sui familiari, ed a quelli di ogni vittima di qualunque gravità sia, giunga ancora una volta la nostra vicinanza.

A loro, alle vittime di ogni violenza di genere, è dedicata la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, ricorrenza istituita per il 25 novembre dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite per accedere i fari e tenere alta l’attenzione su un tema fondamentale non solo per ogni donna ma per la dignità umana nel suo insieme.

A Brindisi, oltre ad episodi tremendamente gravi come quello citato, sono molti i casi di violenza contro le donne. L’attività ed il supporto di associazioni di scopo e centri pubblici di aiuto come i Centri Antiviolenza e gli Sportelli Donna svolgono un fondamentale compito che sembra però non essere mai completamente sufficiente a debellare il fenomeno, figlio di una cultura radicata nell’ignoranza e nella tracotanza.

In occasioni come questa non ci stancheremo mai come Sindacato di ribadire l’importanza della formazione delle nuove generazioni proponendo instancabilmente iniziative per sensibilizzare fin dalla tenera età al giusto rapporto di genere ed al rispetto per ogni vita umana, unica speranza per un futuro diverso in cui dati e statistiche – e le sofferenze nella storia di vita che ogni «caso» porta con sé – siano ridotte a zero.

La UIL nazionale da tempo ha attivato un proprio Coordinamento Pari Opportunità e Politiche di Genere che opera per tutto il corso dell’anno per rimuovere ogni ostacolo sul posto di lavoro alla donna-lavoratrice. Il Coordinamento è presente anche a Brindisi grazie all’impegno di donne e lavoratrici di ogni categoria e settore. Oggi la UIL di Brindisi vuole essere “il Sindacato delle persone” ed in questo senso l’impegno si estende ad ogni donna-persona perché sia sempre sicura nel proprio ambiente di lavoro e di vita.

Per queste ragioni la UIL di Brindisi assieme ad ogni attore sociale, politico ed istituzionale del territorio intende promuovere ogni azione utile a creare uno sportello di ascolto, con la collaborazione di tutte le categorie sindacali che sia in grado di rafforzare iniziative concrete per contrastare e prevenire ogni forma di violenza di genere ed allo stesso tempo promuovere il ruolo della donna in ogni ambiente lavorativo e sociale. Il Sindacato è pronto a fare la sua parte.

 Fabrizio Caliolo

Coordinatore Provinciale UIL Brindisi

Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*