Happy Casa Brindisi- Gevi Napoli, un derby decisivo per l’accesso alle Final Eight

BRINDISI- Ultima gara del girone d’andata per l’Happy casa Brindisi che affronta oggi alle ore 20.00, nel recupero della quindicesima giornata del campionato di serie A, la Gevi Napoli di coach Sacripanti. Entrambe le squadre sono a 14 punti, dunque il derby del sud sarà decisivo per stabilire quale delle due squadre accederà alle Final Eight di Coppa Italia.

I quattro ostacoli più grossi nel match di questa sera saranno:

1. Voglia di riscatto della Gevi Napoli

Dopo l’ottimo avvio di campionato che le ha permesso di arrivare fino alla terza posizione, la Gevi ha incassato un pesante filone di sconfitte contro Trento, Venezia e Fortitudo Bologna. La Gevi cercherà quindi di riscattarsi con una vittoria al PalaPentassuglia, che le permetterebbe di chiudere nel migliore dei modi la prima parte di stagione.

Dall’altra parte anche Brindisi è reduce da 7 sconfitte in 8 partite fra campionato e coppa dove, oltre alle sconfitte, non hanno convinto molto le prestazioni della squadra. Per questo, i ragazzi di Frank Vitucci cercheranno di regalare ai tifosi la qualificazione alla Coppa Italia, con una vittoria in una partita che si prospetta avvincente fin dalla palla a due.

2. La ricerca del pitturato di Napoli

Se nelle ultime giornate l’Happy Casa fatica a trovare fluidità in attacco, lo stesso non si può dire per la Gevi Napoli: secondo miglior attacco del campionato con oltre 83 punti di media a partita. L’attacco partenopeo non predilige il tiro da fuori, ma che muove velocemente la palla cercando il momento giusto per penetrare. Non a caso sono secondi per tiri da due punti realizzati con oltre il 56 %.

La difesa dell’ Happy Casa è attesa, quindi, da un banco di prova importante dopo che nelle ultime partite non è stata impeccabile concedendo troppo frequentemente la via per il canestro agli avversari.

3. Il ritorno di Andrea Zerini

Per l’ultima partita del girone d’andata, la squadra partenopea potrà contrare sull’apporto di un ex giocatore di Brindisi: Andrea Zerini, assente per covid nelle ultime partite. Resta in dubbio fino all’ultimo, invece, la presenza di Velicka alle prese con un’infezione alle vie respiratorie.

4. Jason Rich

Guardia americana classe 1986, terzo miglior tiratore da 3 punti del nostro campionato, sarà senza dubbio il giocatore che più di tutti impegnerà la difesa brindisina. È l’orologio della Gevi Napoli, autore di 31 punti nella vittoria contro Varese e di 24 punti nella vittoria con Pesaro: se ispirato riesce a far girare bene tutta la squadra e i 49 assist messi a referto nelle prime 14 giornate ne sono la dimostrazione.

 

Leonardo Stomati

 

Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*