I consiglieri di Fdi, Fi, Idea e Lega presentano la mozione “per bandire i concorsi pubblici per dipendenti comunali”

BRINDISI – I consiglieri comunali di Brindisi Massimiliano Oggiano di Fratelli d’Italia,  Roberto Cavalera e Gianluca Quarta di FI, Ercole Saponaro della Lega e Luciano Loiacono di Idea hanno depositato una mozione da discutere nel prossimo Consiglio Comunale “per impegnare il sindaco e la giunta a bandire senza indugio concorsi pubblici per impinguare una pianta organica del Comune di Brindisi  assolutamente carente ai limiti dei ogni previsione”, – spiega Oggiano. I posti attualmente coperti della dotazione organica del Comune di Brindisi sono 313 (di cui 70 vigili urbani su 170 previsti) con 225 posti vacanti, ovvero il 41% di posti in meno, assolutamente insufficienti a garantire i servizi minimi ed essenziali da erogare ai cittadini brindisini; i disagi che  stanno subendo i cittadini brindisini sono ormai  oltre il livello di sopportazione (vedi ad esempio le interminabili code presso gli uffici Anagrafe per un certificato, di uno stato di famiglia o la richiesta della carta d’identità, presso l’ufficio Urbanistica per un certificato di destinazione urbanistica o di congruità per oneri concessori, presso l’Ufficio tributi locali per chiedere informazioni su posizioni tributarie o altro ancora) – continua Oggiano.    

“Diventa dunque imprescindibile che il Comune di Brindisi  bandisca propri concorsi pubblici per approvare graduatorie con idonei da cui attingere  nel tempo, creando le condizioni per dare maggiori opportunità di lavoro anche ai tanti diplomati/e e laureati/e brindisini/e che sono  obbligati/e a partecipare a concorsi pubblici lontano da casa con tutte le criticità che ciò comporta”,  conclude il consigliere di Giorgia Meloni.

Salone nautico di Puglia
Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*