Il capitano Colì promosso va a Soverato, al suo posto arriva il tenente Pepe

BRINDISI –  Dopo quattro anni in servizio al comando provinciale dei carabinieri di Brindisi il capitano Marco Colì lascia il Comando del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Brindisi. Il militare si è distinto in varie operazioni per la sicurezza della comunità. Oggi il capitano lascia per un incarico superiore con destinazione al comando della Compagnia di Soverato. Questa mattina  il comandante provinciale Colonnello Vittorio Carrara ha consegnato al capitano Colì un encomio semplice del Comandante della Legione Carabinieri “Puglia” per essersi distinto in un’attività di servizio. Durante il suo comando al Nucleo operativo sono stati effettuati 420 arresti e 1200 denunce. Tra le operazioni principali Fidelis (contro la Sacra corona unita), Ariete (arrestati i presunti autori della spaccate al bancomat) e Grid (sullo spaccio e riciclaggio di auto rubate)

Al suo posto arriva il  tenente Emanuele Pepe. L’Ufficiale, 32 anni, originario di Palermo, ha intrapreso la carriera nell’Arma nel 2011 quale vincitore del concorso sottufficiali. Nel 2014 risulta vincitore del concorso ufficiali. Dopo il quinquennio di studi (due in Accademia Militare – 196° Corso – a Modena e tre presso la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma – promosso al grado di Tenente nel 2018), dal 2019 e fino al settembre del 2021, ha prestato servizio presso il 6° Battaglione Carabinieri “Toscana” in qualità di Comandante di Plotone e Comandante della Compagnia di Intervento Operativo. L’ufficiale è laureato in Giurisprudenza.

Cinque per mille AIL
Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*