Il papà perde il lavoro e la casa, la figlia lancia una raccolta fondi

SAN VITO DEI NORMANNI- Il papà perde il lavoro e la casa, la figlia lancia una raccolta fondi. Questa è la storia di una famiglia di San Vito dei Normanni. A raccontarla è Vanessa, la figlia di  Giuseppe Ligorio, protagonista di  questa storia. Una vita umile, tanti progetti per il futuro e un mutuo acceso nel 2006 quando Giuseppe lavorava per una ditta appaltatrice per l’ex ILVA di Taranto, ma dopo 15 anni perde il lavoro perché l’azienda fallisce. Giuseppe cerca di arrangiarsi come può, tuttavia vista la sua età e l’assenza di lavoro generale non è stato più possibile per lui sostenere mutuo, bollette e sostentamento peri i suoi familiari.

“O paghiamo il mutuo o mangiamo” afferma Giuseppe, così a seguito dei mancati pagamenti, la banca mette all’asta giudiziaria la sua casa. I suoi figli hanno un lavoro umile, ed i guadagni non sono abbastanza per provvedere al mutuo e al fabbisogno della famiglia, composta da sei persone di cui due bambini.

“Arrivare a fine mese è difficilissimo, soprattutto in uno Stato che non tutela a dovere le persone in queste situazioni, che non tende una mano ma pretende da chi non ha più le lacrime per piangersi addosso. Nessuna tutela neanche per la pensione, poiché per Giuseppe è troppo presto averla.” scrive Vanessa su gofundme.com., la piattaforma su cui la ragazza ha avviato la raccolta fondi.

A gennaio ci sarà l’asta decisiva per l’acquisto dell’immobile, che la famiglia vuol cercare in tutti i modi di riacquistare.

Qui, il link della raccolta fondi: https://www.gofundme.com/f/aiutare-una-famiglia-a-riavere-la-propria-casa?utm_campaign=p_lico+share-sheet&utm_medium=copy_link&utm_source=customer

 

Il racconto video di Daniele Balestreri.

 

Scuola Palumbo

2 Commenti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*