Invio della Tari in ritardo, il Comune: “Sanzioni solo dopo il 31 gennaio ’23”

BRINDISI- Invio della Tari in ritardo, il Comune: “Sanzioni solo dopo il 31 gennaio ’23”.  Il Comune di Brindisi informa che in merito ad alcune preoccupazioni relative alle ipotetiche sanzioni causate dai ritardi di invio dei bollettini di pagamento TARI, l’Ufficio Tributi chiarisce che eventuali sanzioni potranno essere applicate solo a seguito del mancato pagamento dell’intero importo, il cui termine ultimo è fissato per il 31 gennaio 2023. Peraltro l’invio dei bollettini risulta in corso da alcune settimane.  Inoltre  sul sito del Comune di Brindisi nel “Portale dei servizi digitali” nella sezione “Servizi tributari” sono presenti gli avvisi di pagamento relativi all’acconto TARI con scadenza 1 agosto 2022. È possibile scaricare gli F24 personalizzati e procedere anche al pagamento tramite PagoPA. Il pagamento della TARI si può inoltre effettuare con l’applicazione mobile IO.

BrindisiOggi

 

 

Cinque per mille AIL
Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*