La biblioteca perde anche la sala ragazzi e chiude definitivamente, dipendenti trasferiti al museo

Poseidone articolo

BRINDISI- La biblioteca provinciale di Brindisi chiude definitivamente, anche l’ultima area aperta al pubblico è stata dichiarata inagibile e i servizi sono stati definitivamente interrotti. Non c’è spazio per la cultura a Brindisi, il corpo centrale della struttura era già chiuso dal 23 novembre del 2016, quando a causa di un principio di incendio i vigili del fuoco dichiararono la stabile inagibile.

Negli ultimi due anni dopo un lungo contenzioso tra Provincia e Regione per la gestione e la responsabilità della biblioteca nessuno ancora ha provveduto ai lavori di ripristino. Nel frattempo le sale sono state chiuse, gli studenti non hanno più avuto un luogo dove studiare e consultare i libri e il personale è stato trasferito nella sala ragazzi, una sala esterna al corpo centrale della biblioteca. Attualmente l’unico servizio disponibile era il prestito on line ma da venti giorni è stato interrotto anche quello perché anche la sala ragazzi è stata chiusa per lavori di adeguamento. I dieci dipendenti della biblioteca ora sono stati trasferiti presso il Museo Ribezzo, non si sa con quali mansioni. La biblioteca, quindi, con i suoi 130mila volumi, alcuni dei quali di grande valore, resta chiusa in attesa che qualcuno si occupi di lei. L’intero polo biblomuseale è della Regione Puglia ma lasciato in gestione alla Provincia di Brindisi che qualche tempo fa si è aggiudicata un bando da un milione e novecento mila euro. Con questi fondi la Provincia dovrebbe avviare un progetto che consenta di restituire alla città di Brindisi la sua biblioteca. I tempi al momento non si conoscono.

BrindisiOggi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*