La Lega ancora non scioglie sul candidato, ma le liste sono quasi pronti: i nomi nel Brindisino

BRINDISI – (da il7 Magazine) Liste quasi pronte per le regionali in Puglia. anche se ancora non è chiuso il quadro sui candidati governatori. Il centrosinistra punta su Michele Emiliano, presidente uscente, che ha vinto le primarie in tutte le province pugliesi, salvo in quella di Brindisi. Il governatore ha ancora una spina nel fianco con Matteo Renzi (Italia viva) che ha  annunciato l’intenzione di scendere in campo con un proprio candidato. Renzi in Puglia esprime la ministra all’Agricoltura Teresa Bellanova (cegliese con una vita trascorsa tra Lecce e Roma). Renzi però non ha ancora sciolto la riserva sul nome ed in fase di valutazione dell’intera questione. Lontano da Emiliano anche Carlo Calenda (Azione) pronto a sostenere un centrosinistra unito ma non in Puglia se il candidato sarà il magistrato. “Non possiamo sostenere chi ha sempre contrastato i provvedimenti del governo di centrosinistra – ha dichiarato Calenda in un’intervista – e chi ha combinato un disastro con la Xylella e con Tap”.

Contrasti a parte, Emiliano già da mesi è partito con la sua campagna elettorale, anche a Brindisi nelle settimane pre emergenza coronavirus si è visto in tantissime manifestazioni. E mentre il governatore gira la Puglia da candidato e presidente, il centrodestra non riesce ancora a trovare la quadra su chi puntare. La candidatura dell’europarlamentare Raffaele Fitto (esponente del partito di Giorgia Meloni), ex presidente della regione Puglia, non trova ancora l’assenso della Lega, nonostante un pre accordo tra i leader nazionali sulla spartizione delle candidature regionali. Mesi fa infatti fu ci fu una stretta di mano in cui Salvini lasciava alla Meloni la Puglia.

 Il leader della Lega resta ambiguo, chiede un rinnovamento: “Non si può tornare indietro”, ha detto una settimana fa sul palco a Squinzano. Ma nello stesso tempo non chiude definitivamente a Fitto.  “Non escludiamo gente di esperienza”, ha aggiunto.  Salvini ha comunque fatto sapere che entro la fine di febbraio ci sarà l’accordo sul nome, perché non è mai stata messa in dubbio l’alleanza. “Il centrodestra in Puglia andrà unito”, ha affermato più volte. A quanto pare il leghista starebbe guardando all’esterno, alla società civile. Un non politico che metterebbe d’accordo tutti, anche lo stesso Fitto. Perché è chiaro che se non dovesse essere lui il candidato, il nome dovrà comunque avere il suo placet. Il movimento 5Stelle invece riscende in campo con Antonella Laricchia, già candidata cinque anni fa.

I partiti in queste settimane a lavoro per formare la lista dei candidati consiglieri. Le elezioni si svolgeranno a fine maggio.

La coalizione di centrosinistra parla di nove liste a sostegno di Emiliano, anche se si fa un po’ fatica a trovare candidati per le liste civiche in provincia di Brindisi. La provincia più piccola, che nella legislatura in corso ha ottenuto solo quattro consiglieri regionali. Il Pd punta sull’uscente Fabiano Amati, Maurizio Bruno (ex sindaco di Francavilla Fontana), Rosanna Saracino (candidata sindaco di Mesagne), Carmelo Grassi (direttore artistico del Nuovo teatro Verdi di Brindisi), mancherebbe il nome di un’altra donna, che potrebbe arrivare da Ostuni. Nella lista civica Italia in comune sono candidati il consigliere uscente Mauro Vizzino, Carmine Brandi  ex sindaco di Carovigno e Giacomo Rosato ex candidato sindaco di Fasano. In una delle civiche di Emiliano ci sarà la candidatura a del sindaco di San Vito dei Normanni Mimmo Conte, che è in scadenza di mandato. Con la lista Senso Civico-Un nuovo ulivo per la Puglia ci riprova il consigliere uscente di San Pietro Vernotico, Pino Romano, con lui forse anche Tommaso Gioia. Si parla inoltre di altre sei liste civiche per  Emiliano ma al momento non circolano nomi nella provincia di Brindisi.

Nelle liste di centrodestra, Fratelli d’Italia mette in campo tutti ex amministratori: l’ex vice sindaco e fratello del sindaco di Torre Santa Susanna Tiberio Saccomano, l’ex sindaco di Ceglie messapica Luigi Caroli, l’ex sindaca di Brindisi Angela Carluccio, l’ex presidente del consiglio comunale di Brindisi Pietro Guadalupi, e Giuliana Giannone, vice sindaco di San Pietro Vernotico, circola anche il nome del capogruppo in consiglio comunale a Brindisi Massimiliano Oggiano.  La Lega di Salvini punta sull’ex senatore Vittorio Zizza (Carovigno), l’ex consigliere regionale Antonio Scianaro (Fasano), Domenico Convertino (Ceglie messapica), Adriana Balestra (Francavilla Fontana) ed Ercole Saponaro consigliere comunale di Brindisi. Forza Italia è ancora in alto mare, ma circola diversi nomi: Lello Di Bari  ex sindaco di Fasano, Giovanni Taurisano di Francavilla Fontana, l’ex deputato Luciano Sardelli di San Vito dei Normanni e la vice coordinatrice provinciale del partito azzurro Ernestina Sicilia.

Il Movimento 5Stelle ricandida  l’uscente Gianluca Bozzetti di Brindisi, Emanuele Della Campa di Fasano, Pasquale Cretì  di Carovigno, Cosimo Distante di Francavilla Fontana.

Dalla prima metà di marzo la scacchiera delle candidatura sarà più chiara. E partiranno due mesi intensi di campagna elettorale.

Lucia Portolano

 

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*