“Life After Oil International Film Festival” , in programma la proiezione di 20 film

BRINDISI- Tutto pronto a Brindisi per lottava edizione del “Life After Oil International Film Festival”. La manifestazione cinematografica, incentrata su opere dedicate ad ambiente e diritti umani, approda questanno in Puglia dove si svolgeranno il 17 e 18 settembre le prime giornate della rassegna che poi proseguirà in Sardegna, nel paese di Villanovaforru, dal 22 al 26 settembre. Sono 20, sui 49 titoli selezionati per il festival, i film che saranno proiettati a Brindisi al Cinema Teatro Impero in via De’ Terribile 6.

Il festival, ideato dal documentarista Massimiliano Mazzotta, si aprirà venerdì 17 settembre alle 21 con un ricordo di Valentina Pedicini, regista brindisina legata alla Sardegna e scomparsa lo scorso autunno, alla quale da questanno è dedicato uno dei premi del concorso. Saranno presenti allinaugurazione Riccardo Rossi, sindaco di Brindisi, Maurizio Onnis, primo cittadino di Villanovaforru, Simonetta Dellomonaco, presidente dellApulia Film Commission e Patrizia Sais, la minatrice protagonista del film Dal profondo girato da Valentina Pedicini nel Sulcis nel 2013. A dare poi il via alle proiezioni sarà il corto danimazione “Kiki the Feather della francese Julie Rembauville. A seguire il documentario “The Waste on the Hills girato da Himawan Pratista in una discarica in Indonesia e la fiction “The Fairy Tale” attraverso la quale il giovane coreano Seung Jae Lee affronta il tema dellidentità di genere. La serata proseguirà con “Chedly” di Francesco Castellaneta (il regista sarà presente al festival), storia di un giovane pizzaiolo italo-tunisino girata in Puglia e un altro breve film danimazione intitolato “Dead End” realizzato da un gruppo di allievi della scuola parigina New3dge.

BrindisiOggi

 

Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*