L’ultimo saluto a Davide Rucco, una chiesa gremita e lo striscione della Curva

BRINDISI- Una chiesa gremita, le lacrime e quello striscione della Curva Michele Stasi per ricordare la passione per il calcio, così parenti e amici hanno dato l’ultimo saluto a Davide Rucco, il giovane 22enne deceduto ieri in ospedale a causa delle ferite riportate in un terribile incidente stradale.  I funerali si sono svolti questo pomeriggio nella Chiesa di San Leucio, al quartiere Minnuta di Brindisi. Alle esequie hanno partecipato parenti, amici, tanti amici, perché Davide era un ragazzo che si faceva amare. Una fiumana di persone dentro e fuori la chiesa di San Leucio ha voluto accompagnare questa giovane vita spezzata nell’ultimo viaggio, sul muro della chiesa anche uno striscione biancoazzurro, quello della Curva Michele Stasi. Il 22enne si è spento   domenica mattina nel Reparto di Rianimazione dell’ospedale Perrino di Brindisi dopo aver lottato tra la vita e la morte nel disperato tentativo di sopravvivere alle gravissime ferite riportate nel terribile incidente stradale. La tragedia si è consumata nel pomeriggio di sabato scorso, 2 aprile, intorno alle 17.30. Davide Rucco, ex studente del Majorana, ha perso il controllo della sua moto  nei pressi della rotatoria tra via Martiri delle Fosse Ardeatine e via Gibilterra, al quartiere Bozzano di Brindisi. Cosa abbia portato il ragazzo a sbandare e finire fuori strada, ancora non è dato da saperlo. I rilievi e  la ricostruzione dell’incidente sono nelle mani degli agenti della Polizia Locale di Brindisi. Una cosa è certa, la moto, una KMT, un veicolo da enduro, dopo l’impatto con il palo dell’illuminazione ha proseguito la sua corsa per altri 30 metri prima di arrestarsi. Nel frattempo il ragazzo era rovinato sull’asfalto. Ad assistere all’incidente decine di persone che hanno subito allertato i soccorsi. Sul posto si è recata un’ambulanza del 118 . Le condizioni del 22enne sono apparse immediatamente molto gravi. Quindi la corsa in ospedale e l’arrivo al Pronto Soccorso in codice rosso. Qui i medici hanno deciso, proprio a cause delle ferite riportate agli arti inferiori, di sottoporlo ad un delicato intervento chirurgico. Dopo di ché Davide Rucco è stato  trasferito nel Reparto di Rianimazione in prognosi riservata. Intorno alle 7.00 di ieri mattina il cuore del 22enne ha smesso di battere. La notizia della sua morte ha fatto subito il giro della città. Davide era molto conosciuto tra i ragazzi della sua età. Gli amici lo descrivono come un giovane sempre allegro e gioviale, il classico “bravo ragazzo, amico di tutti”.

BrindisiOggi

Cinque per mille AIL
Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*