LyondellBasell annuncia: “Emissioni zero entro il 2050”

BRINDISI -LyondellBasell annuncia  di ambire a raggiungere zero emissioni nette dalle attività operative presenti nel mondo entro il 2050, quindi anche a Brindisi. Ne dà notizia Confindustria spiegando che la società  ha illustrato quale approccio intende adottare per raggiugere tale obiettivo. Come tappa intermedia verso il 2050, Basell ha annunciato anche una strategia per ottenere una riduzione assoluta del 30% delle emissioni di Scope 1 e Scope 2 entro il 2030. Questi obiettivi sono coerenti e in linea con gli sforzi per sostenere l’obiettivo dell’accordo di Parigi di limitare il cambiamento climatico raggiungendo lo zero netto per le emissioni globali di gas serra (GHG) entro la metà del secolo.

“Sebbene la climatologia sia estremamente complessa, non c’è dubbio che i gas serra contribuiscano al riscaldamento globale. Per contribuire ad affrontare la sfida globale del cambiamento climatico, il rapporto del Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico delle Nazioni Unite è l’indicatore più recente sulla necessità di impegni concreti, azioni collettive e un senso di urgenza”, ha affermato Bob Patel, CEO di LyondellBasell. “Al fine di garantire che gli obiettivi di LyondellBasell siano ambiziosi e raggiungibili, abbiamo sviluppato una strategia per ridurre la Carbon Footprint (impatto ambientale) del 30% entro il 2030, con l’obiettivo di raggiungere zero emissioni nette entro il 2050. Siamo fiduciosi del nostro approccio e ci impegniamo a fare la nostra parte”.

Nel 2019, LyondellBasell ha annunciato un obiettivo iniziale di riduzione delle emissioni di gas serra (GHG) pari al 15% per tonnellata di prodotto entro il 2030 (rispetto ai livelli del 2015). All’epoca aveva dichiarato l’intenzione di stabilire un obiettivo più ambizioso. Sulla base di questa valutazione, la Società ha sviluppato un percorso raggiungibile verso una riduzione assoluta delle emissioni di gas serra di Scope 1 e Scope 2 del 30% (rispetto ai livelli del 2020). Questo approccio include: Gestione energetica migliorata e vapore a basse emissioni; riduzione delle emissioni dalle torce di emergenza; uso di carburanti a basse emissioni; elettrificazione dei processi e adeguamento dei forni; e consumo minimo del 50 percento di elettricità ottenuto da fonti rinnovabili.

Dal 2030 al 2050 L’approccio di LyondellBasell al raggiungimento di zero emissioni nette per le emissioni di Scope 1 e Scope 2 entro il 2050 si baserà sul bilancio dei progressi compiuti in questo decennio. Parallelamente a queste strategie, la società ha iniziato a valutare un portafoglio di opzioni tecnologiche che potrebbero essere implementate nell’ambito della produzione aziendale, tra cui l’elettrificazione dei cracker, l’uso dell’idrogeno, la cattura, lo stoccaggio e l’utilizzo del carbonio.

Inoltre, la società sta incorporando attivamente iniziative di riduzione delle emissioni in alcuni processi aziendali, tra cui la pianificazione a lungo termine e la gestione del rischio, e sta identificando opportunità di collaborazione in più settori per accelerare la scalabilità e l’implementazione di tecnologie innovative. La Società si impegna a garantire la trasparenza segnalando il proprio rischio climatico così come i propri progressi nella riduzione delle emissioni di gas serra annualmente nel questionario del cambiamento climatico CDP e secondo le linee guida della Task Force sulle Comunicazioni Finanziarie legate al Clima (Taskforce on Climate-Related Financial Disclosure, TCFD); a supporto di tutto questo, oggi la società ha rilasciato il primo indice TCFD. Questi report si possono trovare QUI

LyondellBasell ha inoltre annunciato: di aver lanciato una strategia globale per le energie rinnovabili: sta attualmente promuovendo una serie di opportunità per garantire l’approvvigionamento di elettricità generata dal settore eolico e solare attraverso accordi di acquisto di energia elettrica negli Stati Uniti e in Europa. LyondellBasell mira a ridurre e/o compensare le relative emissioni di CO2 a un minimo del 50% del suo attuale consumo di elettricità. Questo valore equivale a 4.9 milioni MWh all’anno da fonti rinnovabili entro il 2030. La Società stima che ciò ridurrà di circa due milioni di tonnellate le proprie emissioni di CO2 con riferimento alla classe emissiva Scope 2.

 Un programma per eliminare gradualmente il carbone presso il suo stabilimento di produzione di Wesseling, Germania, entro il 2023: la Società ha sottoscritto un accordo con Evonik, una società tedesca di prodotti chimici speciali, per l’acquisto di vapore ad alta pressione generato dal gas naturale da utilizzare presso il proprio stabilimento di produzione di olefine e poliolefine di Wesseling. Ciò consente al sito LyondellBasell di Wesseling di eliminare gradualmente l’utilizzo di carbone presso la sua locale centrale elettrica entro dicembre 2023. L’accordo integra i due vicini siti di produzione di prodotti chimici per ottimizzare l’offerta e la domanda di vapore, migliorando l’efficienza energetica per entrambi i partner. Si prevede che il progetto ridurrà le emissioni di CO2 del sito di circa 170.000 tonnellate all’anno.

Valutazione dei sistemi di torcia: nel 2020, la società ha ampliato la propria valutazione globale dei sistemi di torcia presso le sue sedi principali per quanto riguarda tutte le sue tecnologie. Questo progetto mira a ridurre l’uso delle torce di emergenza, ottimizzando la quantità di idrocarburi recuperati e la gestione delle torce stesse. I progetti implementati presso i suoi stabilimenti europei e statunitensi nel 2020 hanno portato a una riduzione del consumo energetico di 1,27 milioni di GJ e a una diminuzione delle emissioni relative di circa 79.500 tonnellate di CO2.

Supporto alle politiche pubbliche che riducono le emissioni globali: riconoscendo l’importante ruolo di una politica pubblica solida nella riduzione delle emissioni globali su larga scala, la Società ha articolato il proprio sostegno a politiche che: stabiliscano un piano equo e globale dei prezzi del carbone; promuovano lo sviluppo di energie rinnovabili e infrastrutture energetiche; accelerino l’implementazione di nuove tecnologie per la riduzione delle emissioni di carbonio e premino le aziende che adottano tali tecnologie.

 Oltre a lavorare per affrontare il cambiamento climatico, LyondellBasell ha dato priorità alle azioni che contribuiscono a eliminare i rifiuti di plastica dall’ambiente, far progredire un’economia circolare e sostenere una società all’avanguardia.

Cinque per mille AIL
Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*