Nasce la Banca della Terra per i giovani che vogliono fare i contadini

Poseidone articolo

FRANCAVILLA FONTANA- La Città di Francavilla Fontana ha istituito ufficialmente la Banca della Terra di Puglia al fine di favorire l’accesso dei giovani nel mondo dell’agricoltura e limitare, allo stesso tempo, il consumo dei suoli agricoli. La Banca della Terra consiste in un archivio informatico accessibile al pubblico contenente i terreni incolti e relativi fabbricati rurali insistenti sul territorio cittadino e disponibili per l’assegnazione in concessione, locazione o comodato a chiunque voglia esercitare attività agricola. Questo provvedimento realizza e concretizza quanto disposto dalla Legge Regionale contenente “Disposizioni per favorire l’accesso dei giovani all’agricoltura e contrastare l’abbandono ed il consumo dei suoli agricoli”. I proprietari di terreni incolti e dei fabbricati di pertinenza potranno iscrivere i propri beni nella Banca della Terra rispondendo all’apposito Avviso Pubblico che è consultabile sul sito internet istituzionale www.comune.francavillafontana.br.it. Con l’adozione di questo strumento, oltre a fornire una concreta possibilità lavorativa nel mondo agricolo, sarà possibile monitorare più attentamente e contrastare la diffusione del batterio della xylella fastidiosa e garantire una manutenzione del verde per scongiurare il pericolo di incendi durante la stagione secca. “Il nostro territorio ha una vocazione storica per l’agricoltura – dichiara l’Assessore alle Attività Produttive Domenico Magliola – grazie all’adozione della Banca della Terra ridiamo valore a terreni e fabbricati in disuso rimettendo in moto l’economia intorno al settore primario. È un passo importante per lo sviluppo economico e per la tutela della qualità dei terreni che diversamente rischiano di andare incontro ad un processo inarrestabile di desertificazione.”

BrindisiOggi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*