Se pensate ancora ai fratelli Salvatore non potete perdere la serie The originals

40 MINUTI (Rubrica) – Tre settimane fa vi ho introdotto questo spin off che secondo la mia opinione è stato più bello anche della serie di partenza The vampire diaries. Se non avete dimenticato le avventure tra vampiri, lupi mannari, ma soprattutto se vi siete affezionati alla famiglia degli originali non potete perdervi The originals. Una serie tv statunitense creata da Julie Plec.
Trama – La trama si snocciola sulle vicende dei fratelli Mikaelson, una famiglia speciale sotto tanti punti di vista. Sono dei vampiri e sono insieme da migliaia e migliaia di anni tra faide familiari e amori contesi, ma soprattutto sono la prima famiglia di vampiri a essere stati creati. Dopo essersi trasferiti a Mystic Falls, decidono di rimettere radici a New Orleans, città che Klaus e i suoi fratelli hanno contribuito a costruire, ma che poi sono stati costretti a lasciare a causa del padre, che non aveva mai accettato la loro condizione non umana, ma soprattutto non aveva mai accettato che Klaus non fosse suo, ma figlio di un lupo mannaro, rendendolo non un semplice vampiro, ma un ibrido. I personaggi che compaiono in questo spin-off sono diversi oltre ai fratelli Mikaelson, (Klaus, Elijah, Rebekah e Kol) ci sono anche Marcel Gerard colui che è stato per tanti anni il discepolo di Klaus, Davina, una strega dai poteri straordinari e Camille, una semplice umana che avrà un ruolo molto particolare in tutta questa vicenda soprannaturale.
La famiglia – Questa serie tv punta molto sull’importanza della famiglia. Nelle prime due stagioni, ci mostra i dissidi tra fratelli e soprattutto l’incapacità di Klaus di riuscire a ragionare razionalmente. Nelle ultime stagioni si percepisce un cambiamento nei personaggi. Non sono più la famiglia Mikaelson dell’inizio, nella quale vigeva la legge del più forte. Diventa una famiglia che si sacrifica, che si supporta, che combatte e che viene sconfitta, ma sempre insieme. Il cambiamento avviene in un momento particolare della stagione che non posso menzionare senza fare spoiler, ma che coglierete immediatamente appena lo vedrete. Il rapporto che più si evolve è quello tra Klaus ed Elijah. Due fratelli che hanno deciso di spalleggiarsi fin da piccoli, ma dopo che la magia li ha trasformati nei primi vampiri esistenti, le loro reazioni sono state completamente diverse. Klaus era orgoglioso di ciò che era diventato, anche se questo voleva dire nutrirsi di sangue umano. Elijah invece si detestava per quello che era costretto a fare per sopravvivere e ha sempre cercato di vivere la sua condizione da vampiro nel modo meno violento possibile. I due crescendo hanno preso strade diverse e anche quando si ritrovavano nella stessa città le loro posizioni erano sempre moralmente opposte fino a quando Heyley Marshall non è entrata nelle loro vite e, anche se in modo diverso, a cambiato entrambi.
Il finale dei finali – Avrete capito che quando esalto molto una serie tv è perché principalmente mi è piaciuto il finale, che di questi tempi non è così scontato (basta pensare al finale del Trono di Spade, grande serie pessimo finale). Questo è stato un finale da 10+. Tutti i personaggi hanno avuto un giusto epilogo e anche se qualche lacrimuccia (più di qualche) è stata versata, tutto è andato come era giusto che andasse. È stato un finale coerente con il tema principale della serie “la famiglia” ed è stata la più bella messa in pratica del motto dei Mikaelson “always and forever”, che da sempre si ripetevano nei momenti di sconforto o di perdita, ma che mai come nel finale era stato espresso. Piangerete parecchio e per tutte le ultime due puntate non farete che disperarvi, ma è uno di quei finali in cui pensi che non potesse chiudersi diversamente. Alcune perdite sono necessarie se vuoi finire ad effetto e la Plec è riuscita lì dove con The vampire diaries aveva fallito.
Rassegna – È una serie molto piacevole e, se amate il mondo fantasy, non vi deluderà. Ci sono momenti di tensione, intrighi amorosi, azione, combattimenti all’ultimo sangue, colpi di scena e anche momenti di reunion che aspettavamo da The vampire diaries. Sono cinque stagioni concentrate e che personalmente non mi hanno mai delusa. I personaggi sia vecchi che nuovi sono tutti accompagnati da un lato cupo e tormentato, che è tipico della serie. Il mio preferito in assoluto è Klaus che è anche colui che ha avuto l’evoluzione più sconvolgente. La serie parte con lui che ha come unico desiderio quello di governare su New Orleans per ritornare alla vecchia gloria e si conclude con la versione più umana di Klaus. Anche Rebekah è un personaggio che cambia moltissimo. Da frivola e bisognosa di affetto, diventa una donna capace di capire cosa e chi vuole al suo fianco ma non per bisogno spasmodico di attenzione, bensì per scelta. Molti sono i personaggi che s’immetteranno nelle stagioni successive e che saranno altrettanto interessanti, ma posso assicurarvi una cosa: nessuno vi farà emozionare come Elijah Mikaelson!
Da vedere? – Sì se pensate ancora ai fratelli Salvatore.

Alberta Esposito

Voto complessivo – 8
Scheda informativa
Genere: Horror, fantasy, sentimentale, dramma e adolescenziale.
Stagioni: 5
 1° Stagione (2014) 22 puntate da 42 minuti.
 2° Stagione (2015) 22 puntate da 42 minuti.
 3°Stagione (2016) 22 puntate da 42 minuti
 4°Stagione (2017\2018) 13 puntate da 42 minuti
 5°Stagione (2018\2019) 13 puntate da 42 minuti

La trovate su NETFLIX.

Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*