Pesante sconfitta per l’Happy casa Brindisi, partita deludente

BRINDISI – ( di Leonardo Stomati) Al rientro dalla pausa nazionali, dopo la bella vittoria al fotofinish contro Tortona, arriva la seconda pesante sconfitta per la Happy Casa Brindisi che cade al PalaPentassuglia per 74-102 in
una partita che, purtroppo, non è stata mai in discussione fin dalla palla a due. Probabilmente era dal 27 Marzo 2011 che Brindisi non disputava una partita così deludente. Era la ventiduesima giornata del campionato di Serie A, quando l’allora Enel Basket Brindisi capitanata da Luca Infante e guidata da coach Luca Bechi, perse di 42 punti per 54 – 96 al Pala San Giorgio di Montegranaro nella ventiduesima giornata del campionato di Serie A. Fin da subito, la partita si mette sui binari sbagliati per i padroni di casa, che subiscono l’energia e la fisicità messa in campo da Pesaro e registrano un importante parziale iniziale di 0 – 16 . Dopo 6 minuti di agonia, in cui Brindisi non riesce a trovare in nessun modo la via del canestro, è una tripla di Mezzanotte a sbloccare la compagine biancazzurra. Da quel momento Brindisi, discontinua in attacco e poco efficace in difesa, riesce solo parzialmente a ricucire, chiudendo il primo parziale in svantaggio per 10 – 19 Nel secondo quarto la partita sale di intensità: Pesaro è trascinata dalle giocate di Abdur Rahkman (che chiuderà la partita con 24 punti) che riesce a muoversi bene senza palla ed è letale dall’arco. Dall’altra parte, l’attacco di Brindisi è altalenante ed alterna buone giocate a momenti di buio totale. Ciò consente a Pesaro di allungare sul + 18 a fine secondo quarto. L’ultima azione del secondo quarto è il riassunto delle difficoltà e della confusione di Brindisi in questa partita: con oltre 15 secondi a disposizione, capitan Burnell decide di lanciarsi in un incomprensibile contropiede, perdendo palla e regalando l’ultimo possesso ed altri due punti a Pesaro che chiude il secondo quarto avanti per 34 – 52. La terza frazione di gioco riesce nella difficile impresa di essere peggio delle prime due: Pesaro continua imperterrita a macinare gioco e punti in attacco, mentre Brindisi si limita ad osservare impassibile gli avversari. A metà del terzo quarto continua a piovere sul bagnato per la Happy Casa Brindisi con l’espulsione di Perkins per somma di antisportivo e tecnico. Sul + 30 in favore degli uomini di coach Repesa il pubblico brindisino comincia a rumoreggiare e qualcuno dagli spalti addirittura lascia l’impianto del PalaPentassuglia. Il quarto quarto è solo un proseguimento dell’agonia vista nei primi 30 minuti. Eloquenti sono
alcuni dati statistici della partita come gli zero punti di Reed (uno dei giocatori che fino ad oggi ha trascinato in più occasioni l’Happy Casa). Discutibile anche la scelta ostinata di coach Vitucci di non schierarsi a zona, in una serata in cui gli avversari non risultavano particolarmente ispirati nel tiro dall’arco. Da sottolineare, però, l’approccio di capitan Burnell, che anche sul – 30 lotta imperterrito fino all’ultimo minuto. La partita finisce 74 – 102, un -28 che non si vedeva da anni e che, si spera, sia solo un passo falso. Nel 2011 dopo quel – 42 l’Enel Basket Brindisi perse il feeling con la vittoria e ciò portò alla retrocessione in A2 alla penultima giornata. Siamo certi, invece, che Frank Vitucci ed i suoi ragazzi sapranno fare tesoro di questa sconfitta e reagire già dal prossimo incontro in coppa, così da archiviare questa partita.
IL TABELLINO
HAPPY CASA BRINDISI–CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO 74-102 (11-19, 34-52, 55-85, 74-102)
HAPPY CASA BRINDISI: Etou 2 (1/1, 0/2, 3 r.), Burnell 18 (5/8, 1/2, 7 r,), Reed (0/2, 0/4, 3 r.), Bowman 11
(3/5, 1/5, 6 r.), Mascolo 9 (2/7, 1/1), Mezzanotte 10 (0/2, 3/5, 2 r.), Riismaa 6 (2/4 da 3, 2 r.), Bayehe (0/4, 1
r.), Perkins 8 (2/7, 1/1, 7 r.), Dixson 10 (2/2, 1/3, 2 r.), Basta, Bocevski ne. All.: Vitucci.
CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO: Kravic 16 (8/10, 6 r.), Abdur-Rahkman 24 (7/8, 2/4, 6 r.), Visconti 5 (2/3,
1 r.), Moretti 12 (3/7, 1/4, 2 r.), Mazzola 3 (0/1 da 3, 5 r.), Gudmundsson 10 (2/4, 1/5, 3 r.),
Charalampopoulos 5 (0/1, 1/3, 3 r.), Totè 17 (6/6, 3 r.), Cheatham 8 (1/2, 1/8, 4 r.), Stazzonelli 2. All.:
Repesa.

Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*