Rossi: “Versalis disponibile ad aprire un tavolo per un progetto sulle centraline”

BRINDISI – Dopo la nota dell’Eni che comunica l’inizio dei lavori per la torcia a terra da maggio prossimo, con la fermata degli impianti arriva il comunicato del sindaco Rossi. Il primo cittadino oggi ha incontrato alcuni rappresentanti del gruppo Eni e di Versalis che hanno illustrato il programma di lavori straordinari previsti all’interno dello stabilimento di Brindisi. “Si tratta di un investimento importante, in particolar modo per il miglioramento del sistema elettrico, con nuove cabine elettriche, oltre 30 chilometri di cavi e le nuove interrelazioni tra la rete interna ed esterna dello stabilimento – dichiara il sindaco Riccardo Rossi -A ciò si aggiunge l’istallazione del nuovo sistema di torcia a terra. Sono opere importanti che aumenteranno la stabilità dell’impianto. Abbiamo inoltre discusso dell’implementazione della stazione di centraline di monitoraggio e controllo: l’azienda ha condiviso questa esigenza, da noi espressa, rendendosi disponibile ad aprire un tavolo con Comune ed Arpa per definire la rete di centraline all’interno e sul perimetro dello stabilimento. Abbiamo infine condiviso che tale rete debba essere allargata a tutta la zona industriale coinvolgendo tutte le realtà presenti nella stessa”.

In realtà Rossi aveva già fatto questa richiesta in sede di conferenza dei servizi al ministero chiedendo che il rilascio dell’Aia agli investimenti di Versalis fosse legato ad un progetto di monitoraggio della qualità dell’aria. La sua richiesta in quella sede è stata rigetta e Versalis ha ottenuto l’Aia. Il progetto sulle centraline è stato rinviato ad un momento successivo, ed oggi il sindaco fa sapere che quel momento è arrivato.

Cinque per mille AIL
Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*