Società partecipate, ecco i nomi scelti dalla politica. Almeno risparmiateci i bandi.

BRINDISI- Ormai è uso comune, indipendentemente da chi governa. Fanno i bandi per nominare i presidenti  e gli amministratori delle società partecipate, ma i nomi da designare si conoscono ancor prima che vengano presentati i curricula dei candidati. E’ accaduto anche questa volta, con le società partecipate del Comune di Brindisi. Perché le nomine le stabilisce la politica, fa parte delle spartizioni all’interno dei partiti alleati in una  maggioranza. Il sindaco Consales con una nota ha comunicato coloro che saranno alla guida delle società partecipate dal Comune. Gli stessi nomi che già appaiono  in un articolo di Brindisioggi pubblicato il 26 ottobre scorso, il giorno in cui fu emesso il bando, quando quindi nessuno aveva presentato la propria candidatura. E così come previsto,  Amministratore Unico della società “Energeko Gas Italia S.p.A.” è stato nominato Giovanni Ribezzo, candidato nella lista dell’Udc alle scorse elezioni amministrative. Ribezzo ha 57 anni, ragioniere e perito commerciale, è stato Presidente del consiglio di amministrazione della società “Brindisi Multiservizi S.p.A.”, consigliere provinciale e assessore provinciale con deleghe al bilancio, patrimonio, cooperazione internazionale e patrimonio.

Ed ancora, è stato nominato Amministratore unico della società “Servizi Farmaceutici Brindisi s.r.l” Gianluca Quarta, candidato nella lista di Noi centro. Quarta ha 36 anni, ragioniere, ha maturato esperienze di docenza in numerose scuole di formazione e di manager in aziende che operano a livello territoriale ed è proprietario di un pub della città.

La presidenza della società Bocca di Puglia, che gestisce il porticciolo turistico, è andata invece a Dario Montanaro, il suo nome circolava da tempo. Il neo presidente ha 43 anni, laureato in Scienze dei Servizi Giuridici, iscritto all’Albo dei consulenti del lavoro ed all’Ordine dei Dottori commercialisti della provincia di Brindisi.

E’ presidente del Consiglio provinciale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Brindisi, presidente del Collegio dei Revisori dei Conti dell’Agenzia regionale risorse irrigue e forestali della Regione Puglia e consigliere nazionale dell’Associazione dei Consulenti del Lavoro.

Il Sindaco ha poi designato Fabio Fragnelli a sindaco effettivo del Collegio Sindacale della società partecipata “Bocca di Puglia S.p.A.” e Vincenzo Di Giulio a sindaco supplente del Collegio Sindacale della stessa società.

Insomma sarà pur giusto che le Amministrazioni mettano uomini “fidati” alla guida delle loro società, ma almeno risparmiassero i bandi pubblici, anche se li prevede la legge. Perché qualche professionista potrebbe crederci veramente, e consegnare la propria candidatura. Qualcuno in buona fede esiste ancora.

 Lucia Portolano

Non Solo Pane

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*