Sparò al figlio dell’ex senatore, condannato a due anni e 4 mesi

FRANCAVILLA FONTANA – Due anni e quattro mesi di reclusione per il ferimento di Giovanni Iurlaro, figlio dell’ex senatore francavillese, avvenuto un anno fa. E’ caduta l’accusa del tentato omicidio come invece aveva richiesto il pubblico ministero. Il rito abbreviato a carico di Ivan Battista Graps, 63enne di Sava, si è tenuto davanti al gup Pompeo Carriere del Tribunale di Taranto.

Giovanni Iurlaro insieme al padre Pietro

L’avvocato dell’imputato è riuscito a far cadere l’accusa del tentato omicidio per i fatti avvenuti il 30 ottobre 2017, quando a seguito di un diverbio, Ivan Battista Graps esplose due colpi di pistola contro Giovanni Iurlaro, 30enne di Francavilla Fontana, figlio dell’ex senatore Pietro Iurlaro. La vittima rimase ferita all’inguine e all’addome, in maniera non grave.

Graps è difeso dall’avvocato Franz Pesare, del Foro di Taranto. E’ stato il difensore del 63enne originario di Sava (Taranto) a far cadere l’accusa di tentato omicidio così come invece aveva chiesto il pm Giorgia Villa proponendo cinque anni di reclusione. Pena che comunque si è abbattuta con le attenuanti generiche e per la scelta del rito abbreviato. Inoltre, a carico dell’imputato il giudice ha stabilito che dovrà pagare una multa di 2.400 euro oltre al pagamento delle spese del procedimento legale e del mantenimento in carcere durante la custodia cautelare. Entro 60 giorni saranno depositate le motivazioni della sentenza. La parte lesa potrà opporsi contro questo primo grado di giudizio.

Mar.De.Mi.

Cinque per mille AIL
Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*