Tamponi in ospedale: su 649 dipendenti 41 positivi asintomatici, Oliva: “Bisogna continuare i test, solo così blocchiamo il contagio”

BRINDISI- La Regione blocca lo screening di massa negli ospedali, e di conseguenza vengono sospesi anche i tamponi al Perrino di Brindisi, dove da due settimane erano stati avviati test su tutto il personale sanitario. Decisione adottata durante la conferenza dei sindaci con Michele Emiliano e il direttore generale della Asl Pasqualone che avevano accolto la richiesta dei medici.  Quello che è emerso dai tamponi già effettuati è molto rilevante. Su 649 dipendenti sanitari sottoposti a test nell’ospedale brindisino ben 41 sono risultati positivi asintomatici. Praticamente ben 41 tra medici, infermieri e oss hanno il virus ma non avevano alcun sintomo. Questo però ha permesso di isolare i dipendenti sino a quando non saranno negativizzati, e così è stato limitato il contagio. Inoltre nuovi esiti avrebbero dato per positivi anche tre infermieri e un operatore socio sanitario del reparto di Rianimazione, dove il personale ha svolto turni sia  al piano dei posti letto di Terapia intensiva per Covid, sia  quello per Terapia Intensiva no Covid. “La percentuale dei positivi asintomatici al Perrino – spiega Arturo Oliva, presidente Ordine dei medici Brindisi – dimostra che è necessario continuare a fare i tamponi e a farli periodicamente – solo così possiamo isolare i positivi e limitare i contagi. Lo diciamo da settimane e il risultato di questo primo screening purtroppo ci ha dato ragione. Non bisogna fermarsi”.

Scuola Palumbo

4 Commenti

  1. E’ facile dire, come dice ed ha sempre detto il Sig Pasqualone, che nell’ ASL di Brindisi non ci sono criticità, per forza se non esegui alcun tampone non trovi nessun contagio. A me poi sembra che tre reparti chiusi siano e come una criticità Se noi medici siamo i primi ad infettare, pazienti e nostri familiari di cosa stiamo parlando?

  2. Se ho letto bene hanno sospeso le indagini? Perche? Dovrebbe dircelo Emiliano, grande clinico ed esperto in virus

  3. Perche’ il Presidente Emiliano ha deciso di sospendere l’attivita’ di screening all’interno delle strutture sanitarie pugliesi? Quali,quanti e per chi,sono i vantaggi di questa azione di chiusura? Ora,per avere una qualsiasi risposta,forse,noi cittadini dovremmo rivolgerci al mondo delle stelle? Credo che avere delucidazioni in merito sia un nostro diritto e anche una cosa dovuta da parte della Regione.

    • Quali scopi avete Emiliano ? dare al covid la possibilità di diffondersi inosservato e senza controllo di tamponi.
      Siamo persone non carne da macello.!!!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*