Tenta di rapinare un uomo nella stazione minacciandolo con un bastone in ferro, arrestato

BRINDISI –  Tenta di rapinare un 59enne minacciandolo con un bastone in ferro, arrestato un 37enne. E’ accaduto alla stazione ferroviaria di Brindisi nel pomeriggio di domenica 20 ottobre. I Carabinieri dell’Aliquota di Primo Intervento della Compagnia di Brindisi hanno arrestato in flagranza reato, WELDETINISEA Yemane, un 37enne eritreo, senza fissa dimora, in possesso di regolare permesso di soggiorno per motivi umanitari. L’uomo ha tentato di rapinare, all’interno della stazione ferroviaria, un brindisino di 59anni, al fine di ottenere denaro. La vittima, dopo essere stata minacciata con un bastone in ferro della lunghezza di circa 60 cm., è riuscita a scappare e a dare immediatamente l’allarme a una pattuglia dei Carabinieri che si trovava in loco, che prontamente ha bloccato lo straniero, disarmandolo.

L’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Brindisi e il bastone sottoposto a sequestro.

3 Commenti

  1. Spesso ho ascoltato l’onorevole Salvini, come ascolto tutti gli altri politici, per avere un’idea precisa di ognuno di essi; un’idea obiettiva, senza pregiudizi. Da lui finora ho ascoltato parole sacrosante circa: la sicurezza nelle nostre città; la sana battaglia contro la mafia, la camorra e la ‘ndragheta; la battaglia dell’immigrazione clandestina; il guardare con obiettività gli episodi di criminalità operati dagli immigrati in tutta Italia, la loro aggressione fisica a donne e uomini e persino alle nostre forza dell’ordine; la protezione degli africani dagli scafisti criminali e senza scrupoli ed il loro sfruttamento economico ed illegale; la lotta all’illegalità della schiavitù di esseri umani; l’ inserimento nelle scuole dell’educazione civica ecc…Tutti valori altamente umani e direi cristiani, che esaltano e difendono la dignità dell’uomo, di ogni uomo!!!
    Sarà sempre più difficile di mese in mese, di anno in anno, camminare serenamente nella nostra città , le nostre ragazze, noi donne, i nostri anziani, i nostri bambini…Le forze dell’ordine sono spesso aggredite e difficilmente potranno difenderci se non sono in numero sufficiente per far fronte alla forza fisica degli immigrati, soprattutto se sotto l’effetto dell’alcol. Hanno ostacolato quel sano governo che provava a tutelare la nostra gente e gli immigrati stessi, dai criminali che giocano sulla loro pelle.

  2. Secondo me, tutto premeditato. Ieri non aveva una dimora e non aveva da mangiare. Oggi ha un alloggio sicuro e pasti assicurati. Inoltre gli danno un reddito, anche se misero. Potrà studiare in assoluta tranquilli. Tutto questo a spese degli italiani.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*