Una casa rurale di Torre Santa Susanna la centrale dello spaccio di cocaina, 7 persone nei guai

SAN PANCRAZIO SALENTINO – Detenzione  e spaccio di cocaina tra Torre Santa Susanna, San Pancrazio Salentino ed Erchie: arrestate quattro persone in carcere, una sottoposta all’obbligo di dimora e altri due sottoposti all’obbligo di forma, sono residenti a San Pancrazio, Torre Santa Susanna e Nardò.   Questa mattina i carabinieri di San Pancrazio Salentino hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misure coercitive personali, emessa dal gip del Tribunale di Brindisi su richiesta della Procura.
Le indagini sono state avviate il 27 febbraio 2020 quando i militari della Stazione di San Pancrazio Salentino hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, uno degli indagati perché trovato in possesso di 45 grammi di cocaina suddivisa in 76 dosi. Le consequenziali investigazioni, tradizionali e tecniche, hanno consentito di ricostruire il flusso dello stupefacente dal comune di Torre Santa Susanna a quello di San Pancrazio Salentino e Erchie. In particolare, una abitazione rurale nel comune di Torre Santa Susanna è stata considerata dagli investigatori il centro per la detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Da qui veniva rifornito uno degli spacciatori che a sua volta approvvigionava altri soggetti nei vari comuni. La disarticolazione di questo traffico illecito ha comportato il sequestro di diverse centinaia di grammi di cocaina purissima. Inoltre sono stati ricostruiti, anche mediante l’ausilio di appositi impianti di videosorveglianza, più di 400 episodi di cessione di stupefacente, tra vendita al dettaglio, cessione intermedia e cessione di ingenti quantità nonché sono state sequestrate circa 8.600 € e arrestare in flagranza di reato, in momenti diversi nel corso dello svolgimento dell’indagine, quattro indagati.

Cinque per mille AIL
Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*