Variante inglese, a Fasano 60 casi, il sindaco dispone nuove misure di contenimento: “Massima prudenza”

FASANO- Sono ben 60 i casi con variante inglese a Fasano. La città della selva diventa focolaio della nuova variante. Il sindaco Francesco Zaccaria dispone nuove misure di contenimento con la chiusura delle scuole sino a fine mese. “Ho ricevuto oggi i nuovi dati relativi al numero dei casi da Covid-19 a Fasano. I numeri sono in aumento, le persone positive nell’ultimo bollettino sono 195 – afferma il sindaco  – A questi si aggiungono i 42 positivi (32 ospiti e 10 operatori dello staff sanitario) della RSSA «Sancta Maria Regina Pacis».
Alcuni organi di stampa stamattina riportano la presenza di numerosi casi di variante Uk del virus a Fasano. Ancora una volta ho appreso dai giornali notizie che invece sarebbe indispensabile fornire in via prioritaria alle amministrazioni per organizzare nel miglior modo possibile misure di contenimento sul territorio – aggiunge – Stamattina ho sentito il direttore del Sisp, Stefano Termite, che mi ha sì confermato la presenza della variante Uk: i casi rilevati sono 18 più tutti i 42 casi della casa di riposo. Dobbiamo continuare a tenere alta l’attenzione senza perdere la calma: sappiamo che la variante inglese è molto contagiosa, tuttavia la scienza ha spiegato più volte che le varianti emergono continuamente nei virus ma, al tempo stesso, ci dice che il vaccino copre dai rischio di tutte le varianti ad oggi conosciute. La campagna di vaccinazione per tutta la popolazione è iniziata, pertanto bisogna avere la massima fiducia nella scienza e vaccinarsi senza se e senza ma”.
Il sindaco ha disposto da oggi e fino a fine mese sono chiuse le scuole medie e superiori che fino al 27 febbraio saranno in dad. Da ieri, inoltre, sono entrate in vigore le due ordinanze che prescrivono il divieto di stazionamento dalle 18 alle 5 in 24 spazi pubblici del territorio e la chiusura, nelle stesse ore, dei distributori di bevande e alimenti.
Continua l’attività puntuale di monitoraggio del territorio da parte delle forze dell’ordine e in particolare di Polizia Locale, Guardia di Finanza e Carabinieri, che ringrazio.
Ieri sono state identificate 18 persone e comminate due sanzioni per mancato uso della mascherina.
“Vi ricordo ancora una volta – aggiunge il sindaco – che questa è la prima e più importante regola da osservare insieme al rispetto del distanziamento fisico e della igienizzazione frequente delle mani. Vi esorto alla massima prudenza e attenzione e ad evitare qualsiasi forma di assembramento, non solo perché questo è punito con una sanzione da 400 a 1000 euro, ma perché l’aumento dei casi deve spingere ciascuno di noi ad innalzare il senso di responsabilità personale e di comunità”.

Salone nautico di Puglia
Scuola Palumbo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*