Venerdì la proclamazione del sindaco, per l’Urbanistica un professionista da fuori, riconferme per le partecipate e niente staff

BRINDISI- Riccardo Rossi venerdì alle 17 a palazzo Nervegna sarà proclamato sindaco di Brindisi. Inizierà così ufficialmente il suo mandato alla guida della città. Ieri mattina è stato invitato dal commissario straordinario Giuffrè a partecipare alla riunione sul Pums (piano urbano della mobilità sostenibile) e nel pomeriggio c’è stata poi una riunione nel comitato elettorale con il suo movimento Brindisi Bene Comune. “Condivisione e ascolto”, sono queste le parole chiave della legislatura targata Rossi per distinguersi alle precedenti amministrazioni. Intanto il neo sindaco è a lavoro per la squadra di governo. Pare stia attendendo una risposta da un professionista di fuori città per ricoprire l’assessorato all’Urbanistica.  Mentre per la Programmazione economica circola il nome di Roberto Covolo project manager dell’exFadda, il laboratorio urbano del sapere di San Vito dei Normanni famoso ormai in tutta Italia.

“Saranno scelte persone competenti –  spiega Rossi- questo è il criterio a cui ci ispireremo”. La giunta dovrebbe essere pronta tra una settimana.

In merito alle società partecipate, Multiservizi e Energeko,  ci potrebbe essere la riconferma degli attuali amministratori scelti dalla gestione commissariale. “Incontrerò gli attuali amministratori – aggiunge Rossi – e vedrò se c’è la loro volontà a proseguire”.

Tra le questioni che intende affrontare quella della diminuzione dei ticket per le società sportive e un’aggiustatina al piano parcheggi con  la modifica delle fasce orarie, così da non pagare tra le 14 alle 16 e ridurre sino alle 21 nei giorni pre festivi. Per Corso Garibaldi ha immaginato una chiusura differente tra estate e inverno e in fasce orarie. Lasciando aperto solo di mattina con diverse disposizioni per il pomeriggio.

Niente staff esterno, a quanto pare il sindaco non poterà nessuno con se da fuori. “Non penso che ci siano le condizioni – dice il neo sindaco – mi avvarrò del personale interno”.

Lu.Po.

 

Cinque per mille AIL
Scuola Palumbo

7 Commenti

  1. E’ un illuso chi si aspettava qualcosa di diverso.
    Lotta alla delocalizzazione delle imprese? Bene , comincia proprio lui ad attuarla, quella culturale e professionale……Bravi brindisini, al solito vi siete dati la zappa sui piedi…per non dire altro!

  2. Ero già consapevole che con la vittoria di Rossi avrebbe favorito solo i baresi . Lui per canto mio e soltanto uno delle pedine di Emiliano .

  3. Speriamo che questi nuovi amministratori gestiscano bene il piano regolatore anche inserendo gli esatti riferimenti catastali , quelle precedenti erano sbagliate in particular modo via Indipendenza. Non e’ bello pagare l’Imu , ma almeno che i dati siano corretti e le persone competenti.

  4. Incominciamo bene…cari brindisini è incominciata l’era dei Baresi.
    Saranno riconfermati gli amministratori delle partecipate..di dove sono? facile Baresi…
    Mentre come assessore alla programmazione ci sarà un certo Roberto Covolo guarda caso di Terlizzi (BARI), poveri professionisti brindisini per voi non ci sarà un cavolo!!!!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*