Brindisi incantata dal concerto della Banda dell’Arma dei Carabinieri

Poseidone articolo

BRINDISI- Un concerto suggestivo , quasi indimenticabile, quello nel quale si è esibita la Banda dell’Arma dei Carabinieri ieri sera su piazzale Lenio Flacco, regalando alla città di Brindisi, una serata suggestiva. In centinaia hanno affollato la scalinata prospiciente il piazzale dove era stato allestito il palco. La Banda, diretta dal maestro Massimo Martinelli, si è esibita sulle note di una incantevole Cenerentola di Rossini e sul ritmo incalzante delle Benny Goodman Memories di Benny Goodman. Un concerto dinamico e coinvolgente incorniciato sullo sfondo di un lungomare reso ancora più suggestivo da un Monumento al Marinaio illuminato dal tricolore.

La serata è stata introdotta  dall’Inno nazionale interpretato da cento e uno bambini del Coro provinciale della Rete Orpheus, ed è stata chiusa dalla marcia simbolo dell’Arma dei Carabinieri : la Fedelissima di Cirenei. Non è mancato neppure un fuori programma, il maestro Martinelli ha concesso, eccezionalmente, anche l’esecuzione di una seconda marcia tra l’entusiasmo del pubblico. “Un ringraziamento speciale al Colonnello De Magistris, questo è un regalo che lui ha voluto fare alla città di Brindisi. Questo è un segnale del modo in cui si è preso cura della nostra città. Qualche mese fa ha coinvolto Teo Titi e noi come amministrazione con questa splendida proposta . Lui è stato insta cabile, preciso ed ha consentito che tutto ciò si verificasse”.

Entusiasta anche il prefetto della città, Umberto Guidato: “Per me è un duplice regalo, perché dopo tanti anni ho il piacere di riascoltare la Banda dell’Arma dei Carabinieri. Per Brindisi è una grande occasione, questa è una testimonianza della vicinanza dei carabinieri al territorio, dell’impegno costante, unitamente alle altre forze di polizia e non posso perciò che ringraziarli”. Un saluto particolare in rappresentanza del Governo italiano  è stato portato per voce del Sottosegretario all’Università e Ricerca , Salvatore Giuliano ha portato il saluto del Governo. “Le Bande hanno rappresentato per l’Italia e soprattutto per l’Italia meridionale una grande occasione per la diffusione della cultura musicale e ora grazie alle bande anche alle feste patronali la gente ascoltava i grandi compositori, quindi per questo abbiamo cercato di finanziare ulteriormente i festival di cori e bande. Io amo la musica, abbiamo due professioni nel mondo che sono accomunate dal fare magia- ha detto Giuliano- Abbiamo sempre detto che la musica è magia, perché esistono due mestieri che hanno bisogno di una bacchetta, quella del mago e quella del direttore d’orchestra, forse anche per questo che la musica è magia”. Tra gli ospiti della serata anche il questore di Brindisi, Ferdinando Rossi, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, Pierpaolo Manno, e il Generale Alfonso Manzo, responsabile della Legione Carabinieri Puglia che ha detto:  “Io ho avuto il privilegio di essere il loro comandante, perché la banda dei Carabinieri è inserita nelle scuole allievi della Legione Carabinieri che io ho condotto per quasi due anni, e tutti insieme abbiamo fatto l’alza bandiera”.

Ma l’intervento più atteso è stato quello del colonnello Giuseppe De Magistris, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Brindisi a cui la città deve proprio l’occasione di aver ascoltato la prestigiosa Banda dell’Arma. “Sono orgoglioso per tutto il pubblico presente che dimostra così l’affetto verso l’Arma ma c’è anche tanta responsabilità perché dobbiamo continuare questo connubio con massimo slancio , entusiasmo e con tanta fedeltà. Ma il mio grazie va alla cittadinanza della provincia di Brindisi, al di là di un territorio straordinario stiamo vivendo una rinascita positiva, anche stanotte una cittadina chiama il ceto dodici e segnala un movimento sospetto vicino a una banca, interveniamo e sventiamo un assalto al bancomat- ha detto De Magistris- Questa è la bella cittadinanza di Brindisi e questa che si muove all’unisono e fa si che la squadra Stato che si compone si di noi appartenenti alle istituzioni ma si compone anche dell’impresa e tantissimo dei cittadini. Solo così si può andare avanti per battere ogni forma di criminalità”.

BrindisiOggi

foto di Tiziana Brigante

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*