Centro chiuso al traffico: i residenti potranno sostare, attivato un ufficio per il pass

Poseidone articolo

BRINDISI – Dopo i dubbi degli scorsi giorni a causa dell’ordinanza poco chiara sulla chiusura del centro cittadino dalle 20 del primo luglio, il Comune tranquillizza i residenti che potranno sostare nelle vie interessate.

“A seguito delle ordinanze sindacali che prevedono la chiusura di alcune vie del centro di Brindisi, dal giorno 1 luglio 2020 al giorno 15 settembre 2020, dalle ore 20 alle ore 2 dei giorni feriali e festivi – fanno sapere da palazzo di città – è stata prevista la possibilità di transito e sosta per i residenti autorizzanti. Le vie interessate sono: il tratto di corso Roma compreso tra la via Conserva e la Piazza del Popolo e sul corso Garibaldi, piazza Matteotti, via Santi, via Casimiro, via Palma, largo della Concordia, via Duomo, vico Seminario, via Dè Muscettola, via San Nicolicchio, via Assennato, via dei de Balzo, vico Tarantafilo, via Colonne, piazza Dante, via Tarantini, piazza della Zecca, piazza Duomo, via Montenegro, via De Leo, vico De Dominicis, vico De Moricino, piazza Santa Teresa (ad esclusione del tratto compreso tra la via Ercole Brindisino e la via Dè Vavotici), via Santa Teresa.

Si precisa che la sosta per i residenti autorizzati è consentita in queste vie ad esclusione di corso Garibaldi. Coloro che risiedono in queste vie hanno diritto ad avere un pass presentando l’apposito modulo compilato, la carta di circolazione dell’auto e la copia di un documento di identità che attesti la residenza nella specifica via. Può essere rilasciato un solo pass a residente che sia anche proprietario dell’auto. La documentazione deve essere presentata all’apposito front office, creato per velocizzare la procedura, presso Palazzo di città (ingresso da via Filomeno Consiglio) che sarà aperto da lunedì a venerdì dalle ore 9 alle 13.

 

Non Solo Pane

2 Commenti

  1. Ordinanza PIETOSA che non tiene in considerazione gli altri residenti delle vie non interdette, i quali quali avranno, oltre a quelli già esistenti, grossissimi problemi di transito e sosta pur pagando il pass.E’letteralmente una violazione dei diritti civili di un cittadino residente e che verrà menzionata nelle sedi opportune

  2. Un solo pass a residente… mio marito ed io, che lavoriamo autonomamente con due auto di mia proprietà , alla sera dovremo parcheggiarne una in camera da letto… In un nucleo familiare di tre o quattro persone, in cui ognuno è proprietario dell’auto che ha in uso, ogni componente potrà giustamente accedere alla propria abitazione e parcheggiare liberamente con ognuna delle auto… Siamo alla follia

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*