Contrade di Sant’Elia ancora senza acqua e fogna: “Ora ci sono i soldi, ma non i lavori”

Poseidone articolo
BRINDISI – Riceviamo e pubblichiamo l’ennesima segnalazione di Gianluca Iunco, residente nelle contrade di Sant’Elia che nonostante gli annunci sono ancora senza acqua e fogna, ora i soldi sono stati trovati ma i lavori non sono stati appalti.
“Gentile redazione vi scrivo perché ad oggi,  nulla o quasi  è accaduto nelle nostre contrade.  Dopo vari proclami,  finalmente si sono visti i  tecnici  AQP i quali  prendevano le ennesime  misurazioni dei tratti di tronconi mancanti sia di acqua che fogna nelle nostre contrade.  A detta dei politici locali  e regionali,  e, come da informazioni giunte al comitato delle contrade di Sant’elia, sembrerebbe che, siano riusciti a trovare i fondi per dare il via ai lavori di  completamento delle reti con le quali,  potremmo finalmente riuscire ad avere  quei tanto agognati servizi primari previsti dall’ultima legge regionale proposta da Amati e varata in regione.

Ma, c’è un altro ma, come ogni vicenda che si rispetti,  la nostra si è  fermata, pur essendo  ripiombati nell’emergenza covid. Si signori, si è  fermata perché ad oggi pur essendoci i soldi, non sono stati ancora appaltati i lavori  di completamento delle reti idriche e fognarie. Inoltre, molti  dei cittadini abitanti nei dintorni di via degli elettricisti, pur avendo sulle loro strade  sia la rete fognaria che idrica,  non possono allacciarsi perché  manca il collegamento di queste reti ai tronconi principali  che passano su via Benvenuto Cellini. Per questo motivo, rifaccio un ennesimo appello  a tutti   coloro che possano  aiutarci ad accelerare e risolvere i  nostri problemi affinché  possiamo  mettere fine a questa saga. Ringrazio fin d’ora tutti coloro che ci saranno d’aiuto,  politici e non, e, un grazie particolare anche  a voi  gentile redazione perché siete sempre vicini ai problemi di noi cittadini  indifesi quali date voce”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*