Furto in trasferta, dopo l’inseguimento, arrestati tre brindisini, un quarto indagato per ricettazione

BRINDISI- Furto in trasferta, arrestati tre brindisini, un quarto indagato per ricettazione. La polizia stradale di Brindisi e Lecce hanno arrestato tre giovani per furto aggravato, si tratta di Giovanni De Pascalis, 34 anni di Brindisi, Luca De Santis, 27 anni di San Pietro Vernotico, ma residente a Surbo, Christian Ferrari 26 anni di Brindisi. Individuata una quarta persona, R.L., 30 anni di Brindisi, ora indagata per ricettazione. I tre giovani finiti in manette, secondo le accuse sarebbero gli autori del furto messo a segno ai danni dal Bar Tabacchi a Gallipoli durante la notte del 4 aprile scorso.  Secondo  la ricostruzione degli investigatori, intorno alle 2.30 della notte tra giovedì e venerdì scorso,  i quattro uomini con volto travisato da passamontagna, avrebbero fatto mambassa di sigarette dopo aver forzato l’ingresso del Bar Tabacchi nel centro cittadino di  Gallipoli a bordo di un BMW SW di colore scuro. Arraffato il bottino sarebbero fuggiti via a bordo della stessa autovettura con la quale erano arrivati sul posto. Subito dopo il colpo sono state allertate le forze dell’ordine presenti sul territorio tra Lecce e Brindisi. L’autovettura utilizzata dai malviventi è stata poco dopo individuata lungo la statale 613 in direzione di Brindisi, da personale della polizia stradale di Lecce e Brindisi che ha iniziato a inseguire  il veicolo sospetto.

L’auto, in un primo momento, è stata persa di vista per poi essere nuovamente individuata nei pressi di un’abitazione lungo la marina di Brindisi dove  era parcheggiata anche un’altra autovettura, una Fiat Punto. Alle vista della polizia i componenti dei due veicoli, due per parte, si sono dati precipitosamente  alla fuga.

Durante l’inseguimento le auto dei fuggitivi hanno urtato quelle della polizia. Gli occupanti della Fiat Punto, Giovanni De Pascalis e Luca De Santis, sono stati bloccati mentre gli altri due si sono dileguati lungo  Punta Penne.

La BMW è stata rinvenuta poco dopo data alle fiamme, in agro del comune di San Donaci. Mentre alle 07,00 del mattino due uomini con  ferite da ustione si presentavano presso il pronto soccorso dell’ospedale Perrino, Christian Ferrari e R.L.. Entrambi  poi ricoverati.

Dalla visione delle riprese video delle telecamere di sorveglianza installate presso la tabaccheria gli investigatori hanno tratto elementi utili al riconoscimento degli indagati quali presunti responsabili del furto. Tre di loro sono stati così arrestati per furto aggravato.

Nel corso dell’ attività la polizia ha recuperato e posto a sequestro:  80 pacchetti di sigarette, considerata  parte della refurtiva,  un passamontagna e  due autovetture provento di furto, Fiat Punto  rubata in Mesagne ad ottobre 2018 e  BMW rubata a Taranto  ad aprile del 2018, ambedue con targhe apposte appartenenti ad altro veicolo.

Eseguiti gli arresti, il pm di turno presso il Tribunale di Brindisi ne ha disposto il trasferimento nel carcere di Brindisi.

BrindisiOggi

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*