Giornata mondiale contro la violenza sulle donne: in arrivo nuove risorse per i centri

Poseidone articolo

BRINDISI – Si celebra martedì 25 novembre la ‘Giornata internazionale contro la violenza sulle donne’. A Brindisi, in vista di questo evento, si firmerà il protocollo d’intesa tra istituzioni, forze dell’ordine, servizi sociali, sanitari e territoriali. Il progetto andrà a sostenere le iniziative che sul territorio andranno a sensibilizzare il tema del rispetto della donna. La firma e quindi la cerimonia si terrà alle 10 presso il salone di Rappresentanza della Provincia di Brindisi.

fermailfemminicidio2Francesca, Paola, Giovanna, Maria, Chiara. Una di loro potrebbe essere nostra madre, sorella, figlia, cugina, un’amica. Tutte loro sono state ammazzate o hanno subito violenza da parte di padri, fidanzati, ex, mariti, compagni. Il fenomeno del ‘Femminicidio’ è diventato un cancro per il nostro pianeta. L’ultimo rapporto di Eures parla di un aumento di femminicidi al Sud ovvero il 27 per cento rispetto al 2013 e di un raddoppiamento di quelli al centro, mentre il nord detiene il record di femminicidi in famiglia. Per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne tante sono le iniziative che si svolgeranno in tutta la penisola italia e così come a Brindisi.

Il Dipartimento delle Pari Opportunità coordinato da Giovanna Martelli, deputata Pd, nominata dal Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, consigliera alle Pari Opportunità, sta lavorando in questi giorni al Piano Nazionale antiviolenza sulle donne che aggiunge 10 milioni all’anno per tre anni a partire dal 2014 ai 17 già erogati dalle Regioni per potenziare i centri antiviolenza territoriali.

Sarà necessario oltre al coinvolgimento a livello istituzionale dei diversi Ministeri avviare il dialogo e il confronto con le associazioni che a livello territoriale da anni si occupano delle donne vittime di violenza, un po’ some la deputata Elisa Mariano ha inteso fare l’anno scorso in provincia di Brindisi, con una giornata di confronto in cui sono stati coinvolti tutti i soggetti istituzionali ed associativi che operano sul territorio.

In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne l’Amministrazione provinciale di Brindisi, con il patrocinio della Regione Puglia e in collaborazione con la cooperativa sociale “Artemide” e “Programma Sviluppo”, ha organizzato una serie di eventi e di manifestazioni, intitolati “I temi di LARA”, dedicati all’impegno e alla riflessione.

Intento delle iniziative messe in campo dalla Provincia è di sensibilizzare sul tema del rispetto della donna attraverso le forme sublimi dell’arte, della pittura, della danza, della poesia, della letteratura, della musica e della fotografia come espressioni della capacità superiore dell’uomo di elaborare e descrivere le sue più profonde emozioni e attraverso cui si può vincere la violenza.

Appuntamento centrale della giornata sarà la costituzione ufficiale della “Rete Provinciale per la prevenzione e il contrasto alla violenza di genere (L.A.R.A.)” attraverso la sottoscrizione del protocollo di intesa. Sottoscriveranno l’accordo: l’Amministrazione Provinciale di Brindisi, la Prefettura di Brindisi, la Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Brindisi, la Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Lecce, il Tribunale Ordinario di Brindisi, il Tribunale per i Minorenni di Lecce, le Forze dell’Ordine, la ASL, l’Ufficio Scolastico Provinciale di Brindisi, gli Istituti scolastici della Provincia, l’UEPE (Ufficio Esecuzione Penale Esterna – Ministero della Giustizia), l’USSM (Ufficio Servizi Sociali Minorenni – Ministero della Giustizia), i Comuni e gli Ambiti Territoriali Sociali della Provincia, le Associazioni ed Organizzazioni operanti sul territorio provinciale che svolgono attività di prevenzione, accoglienza ed assistenza alle vittime di violenza ed abuso.

Nel pomeriggio, a partire dalle ore 17, nello splendido scenario del chiostro e dei locali dell’ex convento San Paolo, spazio ai numerosi eventi che, attraverso i vari linguaggi artistici, offriranno occasioni di riflessione all’intera comunità provinciale.

contro violenza donne 2014A Ceglie Messapica alle 19, presso il Castello Ducale, l’Assessorato e la Commissione Pari Opportunità, organizzano l’evento “DONNA : la migliore difesa sei TU”.  L’evento vedrà, dopo i saluti del Sindaco e dell’Assessore, gli interventi di Eleonora Rottola, avvocato cassazionista, sul tema “La legittima difesa : Profili giuridici” e di Agata Evelina Carriero, psicoterapeuta sul tema “Donna e Paura” e gli esercizi pratici di difesa personale curati dall’istruttore Pietro Leo, mediante il sistema Krav Maga che non è un’arte marziale ma il sistema di combattimento pragmatico nel quale ogni gesto è essenziale.

Mentre l’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Latiano organizza “Il silenzio uccide la dignità…parliamone”, un’iniziativa di sensibilizzazione che coinvolgerà scolaresche e cittadinanza tutta.

25 novembreSimbolo della giornata internazionale sono le scarpette rosse, a simboleggiare le donne vittime di violenza, e quest’anno si è pensato di esporle anche nella nostra Piazza Umberto I, come centinaia di altre piazze in tutto il mondo. La giornata prevede: Un convegno sul tema, che si terrà in mattinata presso il cinema-teatro Olmi rivolto a diverse classi delle scuole presenti nel nostro territorio; Una piccola mostra fotografica tematica nel pomeriggio, aperta a tutti i cittadini, nella Saletta Imperiali.

#Abbiamoleparoleperdirlo La commissione per le Pari Opportunità del Comune di Mesagne promuove, a partire da martedì 25 Novembre, la diffusione sulle linee urbane ed extraurbane STP di  volantini  informativi per sostenere e diffondere la conoscenza  del “1522 – Numero  nazionale antiviolenza e stalking”. La campagna è promossa in collaborazione con l’STP  Brindisi Spa e con il supporto di Valentini Arredamenti di Mesagne e prevede l’esposizione all’interno degli autobus di linea STP di volantini con il claim “Abbiamoleparoleperdirlo”.

L’iniziativa intende informare le donne che è possibile contattare il numero verde “1522”, promosso dal Dipartimento per le Pari Opportunità per consentire l’emersione e il contrasto del fenomeno della violenza intra ed extra familiare a danno delle donne. Il numero è attivo 24 ore su 24 per tutti i giorni dell’anno ed è accessibile dall’intero territorio nazionale gratuitamente, sia da rete fissa che mobile, con un’accoglienza disponibile nelle lingue italiano, inglese, francese, spagnolo e arabo. Le operatrici telefoniche dedicate al servizio forniscono una prima risposta ai bisogni delle vittime di violenza di genere e stalking, offrendo informazioni utili e un orientamento verso i servizi socio-sanitari pubblici e privati presenti sul territorio nazionale.

L’avvio della campagna di informazione sul 1522 negli autobus STP, frequentati da donne e uomini di qualsiasi età e condizione sociale, coincide con la Giornata internazionale contro la  violenza  sulle donne. Il 25 novembre è il giorno che l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha designato in ricordo del crudele assassinio di cui furono vittime nel 1960 tre donne del gruppo delle “Hermanas Mirabal” (sorelle Mirabal), attivamente impegnate nel contrastare il regime del dittatore Rafael Leonidas Trujillo che, per oltre 30 anni (1930-1961), tenne la Repubblica Dominicana nell’arretratezza, relegando le donne alla sottomissione e all’esclusione dalla vita sociale.

Dal 1999 le Nazioni Unite, l’Italia e il mondo intero celebrano questa giornata sensibilizzando donne e uomini, ricordano che la violenza sulle donne è una forma di discriminazione e una violazione dei diritti naturali dell’essere umano. Con questa iniziativa, che prosegue l’impegno di informazione contro la violenza alle donne iniziata la scorsa primavera, la Commissione Pari Opportunità del Comune di Mesagne intende ribadire che contrastare la violenza nei confronti delle donne è una battaglia di civiltà che coinvolge e impegna insieme uomini e donne.

BrindisiOggi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*