La rivincita di Lucifero

PER LA RUBRICA 40 MINUTI- Una serie esilarante, divertente e che mette in discussione ogni possibile concezione di bene e male in cui avete sempre creduto fermamente. Lucifer è una serie tv statunitense prodotta nel 2016, creata da Tom Kapinos ed è la trasposizione televisiva dell’omonimo fumetto scritto da Mike Carey.

Trama – Il protagonista di questa simpatica serie tv è proprio Lucifer Morningstar, il diavolo, che annoiato dal ruolo di grande e potente signore degli inferi, si allea con Mazikeen, un demone, e decide di abbandonare l’Inferno per trasferirsi a Los Angeles, avviando un night club “Lux” che, nel giro di poche settimane, diventa una vera e propria miniera di soldi. Cinque anni dopo alcune fortuite circostanze portano Lucifer a conoscere il detective Chloe Decker, con il quale stringerà un profondo rapporto non solo di lavoro, ma anche umano. Il diavolo così comincerà a provare dei sentimenti umani, che mai prima d’ora aveva pensato neanche lontanamente di avere e questo lo metterà spesso in discussione. La trama in principio sembra molto lineare e semplice, ma alla fine si scopriranno dettagli e particolari che complicheranno la testa e il cuore del re degli inferi.

Il bene e il male – Questa serie ha il merito di riuscire a farti tifare per un personaggio che in tutti i film e serie tv è molto spesso demonizzato (per usare un gioco di parole). Pensiamo al Lucifero di Supernatural, a quello dell’Esorcista e di tutti i film di questo genere. Questa serie tv è una rivincita del personaggio di Lucifero, una versione elegante, divertente e molto arguta. La presentazione di questo personaggio come di un figlio desideroso dell’approvazione di un padre duro e severo, ci porta più volte a tifare per lui. In molte circostanze Lucifer si ritroverà a fare delle scelte. Di consueto ci si aspetterebbe che il diavolo scelga sempre la via sbagliata e invece questo è un Lucifer che in tre stagioni cresce molto, si circonda di persone fondamentalmente buone che riescono a riprogrammarlo completamente. Nella terza stagione abbiamo un protagonista che è disposto a pagare con la vita affinché le persone a cui tiene sopravvivano. Un Lucifer che si commuove per la perdita dei suoi amici e che lotta per combattere il malvagio di turno. Insomma alla fine di queste tre stagioni ti ritrovi ad adorare Lucifero! Ma niente paura, questa è una versione del tutto diversa, ma soprattutto ironica dell’iconica figura cattolica a cui siamo abituati.

Interruzione della serie – Della serie Lucifer sono state prodotte tre stagioni dalla Fox, la quale però l’1 maggio del 2018 ha annunciato la cancellazione della serie dopo il finale della terza stagione. Questa notizia ha creato il caos tra i seguaci di Lucifer, che hanno cominciato a preparare una vera e propria rivolta. Sono stati coinvolti anche gli attori principali della serie che hanno deciso di unirsi ai loro fan per non permettere che la serie fosse cancellata. A peggiorare la situazione, l’ultima puntata della terza stagione. Accade un qualcosa per cui tutti gli spettatori avevano tifato fin dalla prima puntata, ma proprio sul più bello la puntata finisce e allo spettatore rimane quel amaro in bocca che normalmente si sarebbe colmato con la stagione successiva. Così il 15 giugno del 2018 dopo la campagna #SaveLucifer, Netflix decide di acquistare la serie e la rinnova per una quarta stagione, composta da 10 puntate, che si spera siano necessarie per saziare la curiosità degli spettatori.

Rassegna – Lucifer è una serie divertente, ma nello stesso tempo ha quei due, tre elementi che ti permettono di diventarne comunque dipendente. Il personaggio di Lucifer è un uomo distinto, elegante e amante delle belle cose in qualunque modo esse siano. Se la serie è vista in lingua originale il personaggio di Lucifer rende molto di più, poiché per la parte del protagonista è stato scelto un attore, Tom Ellis, con un fortissimo accento inglese, che spicca molto rispetto al resto degli attori che sono americani. Anche la demone Mazikeen è un personaggio molto spassoso e motivo di grosse risate sarà la sua totale non curanza per il genere umano e l’insensibilità per questioni che toccherebbero il più fitto cuore di ghiaccio. La trama è interessante ed è resa ancora più accattivante dagli innumerevoli intrecci amorosi che rendono il tutto un po’ più invitante. Non era assolutamente una serie da cancellare, soprattutto non quando finalmente si era arrivati al nocciolo della questione.

Da vedere? – Sì, se non si sta cercando nulla di particolarmente impegnativo. Lucifer non ha alcuna pretesa.

 

Voto complessivo – 7

Scheda informativa

Genere: fantastico, drammatico, horror, azione.

Stagioni: 4

  • 1° Stagione (2016-2017) 13 puntate da 44 minuti.
  • 2° Stagione (2017) 18 puntate da 44 minuti.
  • 3°Stagione (2018-2019) 26 puntate da 44 minuti.
  • 4°Stagione (2019) 10 puntate (in programma l’8 maggio).

 

La trovate su NETFLIX.

Alberta Esposito

 

 

 

 

 

Non Solo Pane

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*