Riaprono le palestre comunali, ecco come sarà garantito lo svolgimento delle attività in tempi di Covid

Poseidone articolo

BRINDISI- Riaprono le palestre comunali di Brindisi, c’è l’accordo tra Comune, scuola e società sportive per la igienizzazione degli ambienti. Con la ripresa delle attività scolastiche anche le società sportive ripartono con le attività pomeridiane. In tempi di Covid , il Comune ha deciso di seguire delle misure atte a garantire la prevenzione e la sicurezza.    Si tratta di un programma di misure alle quali dovrà fare fronte tanto l’amministrazione comunale quanto le società e le scuole elaborato sulla base anche delle indicazioni date dalla Asl che ha aiutato il Comune ad interpretare le circolari del Miur. “Grazie all’impegno del Dott. Santoro, abbiamo stabilito una serie di procedure da seguire, salvaguardando sia l’inderogabile esigenza di garantire la sanificazione delle strutture, sia la necessità di non incidere più di tanto sulle casse del Comune e delle singole associazioni sportive- ha detto, Oreste Pinto, assessore comunale allo sport di Brindisi- Nei giorni scorsi mi sono confrontato regolarmente con gli assessori allo Sport dei capoluoghi di provincia della Puglia ed insieme abbiamo studiato le soluzioni da applicare ad un problema che affligge e preoccupa tutte le amministrazioni comunali e tutte le associazioni sportive”. La difficoltà maggiore infatti era quella della compatibilità tra le attività didattiche e le società, raccordare gli orari e la tempistica per lo svolgimento delle attività potendo garantire la pulizia. “Era difficile interpretare le norme ma alla fine ci siamo riusciti” dice Pinto. La Asl di Brindisi ha dato precise indicazioni su come igienizzare gli ambienti con i prodotti che garantiscano la sicurezza. I ragazzi svolgeranno attività aerobiche in grandi spazi che consentono anche il distanziamento. A fine di ogni attività sportiva o di utilizzo degli attrezzi comuni sarà svolta la igienizzazione. Qualche complicazione può sorgere per l’uso di bagni e spogliatoi per i quali si chiederà oltre il contingentamento anche una fruizione ridotta che varierà a seconda delle attività che si svolgono. In ogni caso sarà responsabilità del Comune e cura delle società affinchè i protocolli di sicurezza siano rispettati. In particolare oltre alla pulizia accurata è importante rinnovare frequentemente l’aria all’interno dell’ambiente, dovrà essere disponibile un registro da compilare a cura del responsabile individuato da ogni società sportiva, indicante lo svolgimento delle operazione di igienizzazione, da rendere disponibile alle direzioni didattiche ed anche da queste compilate nell’ambito dell’utilizzo delle palestre al termine delle attività didattiche. E’ obbligo del Comune: una sanificazione generale a settimana con nebulizzatore utilizzando ipoclorito di sodio al 0,5 per cento. Il Comune attesterà l’avvenuta esecuzione. E’ obbligo delle scuole: sanificazione al termine dell’orario scolastico e delle attività curriculari, delle superfici e attrezzature con ipoclorito di sodio al 0,1 per cento; per il Wc ipoclorito di sodio almeno allo 0,5 per cento. Obblighi delle società sportive : produrre al Comune un protocollo sanitario indicando le procedure e i prodotti utilizzati per la sanificazione; redigere una check list che attesti l’operatore, l’orario di esecuzione, la data e il prodotto utilizzato; sanificare ogni cambio fine turno delle superfici e attrezzature con ipoclorito di sodio al 0,1 per cento; sanificare i servizi con ipoclorito di sodio almeno al 0,5 per cento.

BrindisiOggi

 

ITS LOGISTICA

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*